Maceratese-Samb, la tradizione premia i biancorossi

AMARCORD - Domenica all'Helvia Recina un derby molto importante per entrambe le formazioni. Nei 18 precedenti la Maceratese non ha portato a casa un risultato positivo solo in due occasioni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
1947-48-Samb-Mc-1-1-Lancio-della-monetina-300x167

(1947-48) Samb-Mc 1-1 Lancio della monetina

di Glauco Giglioni

La Maceratese, sebbene negli ultimi 43 anni l’abbia incontrata solo in quattro occasioni, con la Sambenedettese ha una tradizione decisamente favorevole visto che nei diciotto precedenti giocati tra le mura amiche solo in due occasioni non è riuscita a portare a casa un risultato positivo. Ma vediamo nel dettaglio la cronistoria di questo derby marchigiano. Maceratese e Sambenedettese si affrontano per la prima volta nella stagione 1938-39 (serie C) e in entrambe le occasioni i biancorossi vincono nettamente, 5-0 in casa e 2-0 a San Benedetto del Tronto. La stagione successiva vede i biancorossi di nuovo protagonisti nel girone F di serie C e finalmente arriva la promozione in serie B: per i rossoblu rivieraschi nuova sconfitta a Macerata (2-0) e pareggio a reti bianche al ritorno.

1949-50-sambenedettese-Maceratese-1-1-Tirelli-libera-larea-biancorossa-300x154

(1949-50) sambenedettese-Maceratese 1-1 Tirelli libera l’area biancorossa

Nell’immediato dopo guerra la Maceratese e la Sambenedettese si affrontano nuovamente in serie C ed è ancora una vittoria al campo sportivo della Vittoria per i biancorossi (2-1). Nel 1946/47 la Sambenedettese per la prima volta riesce ad aggiudicarsi il derby vincendo in casa per 4-2; nel ritorno a Macerata pareggio per 1-1. Poi, per quattro stagioni consecutive i rossoblu non vincono più contro la Maceratese: cinque pareggi e tre vittorie per i biancorossi. Nel 1951-52 la giovanissima Maceratese, guidata da Francesco Mazzoleni, retrocede mestamente in IV serie e contro la Sambenedettese subisce due larghe sconfitte. Devono trascorrere undici anni prima di rivedere le due formazioni affrontarsi in campionato (serie C 1963-64): a Macerata finisce a reti bianche, a San Benedetto pirotecnico 2-2.

 

1966-67-Mc-Samb-1-0-Il-gol-vittoria-di-Dugini-300x198

(1966-67) Mc-Samb 1-0 Il gol-vittoria di Dugini

Nel 1966-67 la grande Maceratese di Tony Giammarinaro, con una rete di Attili, espugna il “Ballarin” e nel match di ritorno all’Helvia Recina è una punizione di Vasco Dugini a regalare l’ennesima vittoria ai biancorossi di fronte ad oltre 6.000 spettatori. L’anno successivo riserva ancora amarezze per i colori rossoblu: a Macerata arriva l’ennesima sconfitta (3-1) mentre in riva all’Adriatico il derby termina in parità. Nella stagione 1968-69 la Sambenedettese vince in entrambe le occasioni (1-0 e 2-1), e a fine campionato i biancorossi sono retrocessi in serie D. Nel 1970-71 è di nuovo derby e sono ancora i rossoblu ad imporsi al “Ballarin” di misura (1-0); i biancorossi restituiscono la cortesia nella partita di ritorno grazie ad una rete di Giuseppe Ciappelloni. Nelle due stagioni successive, dal 1971 al 1973, i quattro derby giocati finiscono sempre con lo stesso risultato: 0-0.

 

1966-67-Samb-Mc-0-1-Il-gol-vittoria-di-Attili-300x199

(1966-67) Samb-Mc 0-1 Il gol-vittoria di Attili

Nel 1974, per la seconda volta nella sua storia, la Sambenedettese guidata da Marino Bergamasco viene promossa in B (categoria nella quale aveva militato dal 1956 al 1963) e non incontra più la Maceratese addirittura fino al 1995-96 nel campionato di serie D, quando i biancorossi di Giovanni Pagliari superano con una rete di Luca Leone l’undici rivierasco allenato da Bruno Piccioni. Nel ritorno, prima volta assoluta al “Riviera delle Palme”, finisce 0-0. Agli inizi del nuovo millennio i destini delle due squadre sembrano doversi di nuovo incrociare ma nel 2000-01, con la Sambenedettese di Luciano Gaucci appena promossa in C2, i biancorossi crollano nel play-out di Faenza (4-0) e retrocedono in serie D. Nell’estate del 2009 la Sambenedettese viene esclusa da tutti i campionati professionistici e così deve ripartire del campionato regionale di Eccellenza nel quale ritrova la neonata Fulgor Maceratese: l’undici allenato da Ottavio Palladini impatta a reti bianche all’Helvia Recina, per poi vincere agevolmente nel match di ritorno grazie alle marcature di Zazzetta e Cacciatore.

1972-73-Mc-Samb-1-0-Azione-di-gioco-300x212

(1972-73) Mc-Samb 1-0 Azione di gioco

Tutti i precedenti giocati a Macerata:
(1938-39 serie C) Maceratese-Samb 5-0
(1939-40 serie C) Maceratese-Samb 2-0
(1945-46 serie C) Maceratese-Samb 2-1
(1946-47 serie C) Maceratese-Samb 1-1
(1947-48 serie C) Maceratese-Samb 1-0
(1948-49 serie C) Maceratese-Samb 1-0
(1949-50 serie C) Maceratese-Samb 4-4
(1950-51 serie C) Maceratese-Samb 1-0
(1951-52 serie C) Maceratese-Samb 1-3
(1963-64 serie C) Maceratese-Samb 0-0
(1966-67 serie C) Maceratese-Samb 1-0
(1967-68 serie C) Maceratese-Samb 3-1
(1968-69 serie C) Maceratese-Samb 1-2
(1970-71 serie C) Maceratese-Samb 1-0
(1971-72 serie C) Maceratese-Samb 0-0
(1972-73 serie C) Maceratese-Samb 0-0
(1995-96 serie D) Maceratese-Samb 1-0
(2009-10 Eccellenza) Maceratese-Samb 0-0

2009-10-Mc-Samb-0-0-Cacciatore-sfiora-la-marcatura-300x189

(2009-10) Mc-Samb 0-0 Cacciatore sfiora la marcatura

2009-10-Samb-Mc-2-0-Zazzetta-esulta-dopo-aver-trafitto-Gentili-300x188

(2009-10) Samb-Mc 2-0 Zazzetta esulta dopo aver trafitto Gentili



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X