Provincia: l’ultimatum di Massi, Marinelli e Acquaroli

I tre consiglieri regionali scrivono a Pettinari: "I tempi stringono ed occorre una azione politica forte per fare chiarezza sul futuro della Provincia di Macerata"
- caricamento letture
palazzo_provincia

Il palazzo della Provincia di Macerata

I consiglieri regionali del Pdl Francesco Massi, Erminio Marinelli e Francesco Acquaroli intervengono nel dibattito sul futuro della Provincia di Macerata con una lettera aperta ad Antonio Pettinari: 

“Presidente Pettinari, stiamo per affrontare le scadenze previste dalla legge per il riordino delle province. Ci rivolgiamo a Lei per pretendere da parte di chi ha le responsabilità di maggioranza al governo della Regione e della Provincia di Macerata, la chiarezza delle posizioni e delle opinioni che, tutti, dobbiamo hai cittadini della nostra comunità. In questi giorni è aumentata la confusione e la contraddizione riscontrate negli interventi di diversi Assessori regionali, in ripetuti interventi del Segretario Regionale del PD Ucchielli e di diversi esponenti del PD,  dell’UDC e dell’IDV.

Di fronte alla richiesta degli Amministratori delle Province di Fermo e di Macerata, e dei Rappresentanti del CAL, per un ricorso da inoltrare alla Corte Costituzionale, per ottenere la dichiarazione di illegittimità costituzionale di alcune norme emanate dal governo sul riordino delle province, non si è ottenuta alcuna risposta ufficiale da parte del Presidente Spacca; anzi egli ha più volte anticipato che non sarebbe sua intenzione presentare il ricorso.

Non le sfuggirà che in mancanza di un pronunciamento della Corte Costituzionale o di una marcia indietro del governo sulla normativa che ha emanato, sarà molto difficile che eventuali proposte del CAL e del Consiglio regionale sul salvataggio della Provincia di Macerata potranno essere accolte.

Abbiamo registrato proposte dell’On. Ciccanti per una soluzione utile a Macerata: il passaggio di Fabriano o di Castelfidardo e Filottrano alla nostra provincia.

Senza una azione politica forte e congiunta da parte dei politici provinciali e regionali eletti nella nostra provincia aumenteranno la demagogia e  i giochetti furbi di chi non ha certamente a cuore il destino della Provincia di Macerata.

Pertanto, Sig. Presidente è venuto il momento di riunire intorno ad un tavolo i Consiglieri regionali eletti nella Provincia di Macerata insieme con i Parlamentari per concordare una strategia comune e, soprattutto, per chiedere ad ognuno di essi se se la sentono di prendere posizioni anche in disaccordo o contrarie alle direttive dei rispettivi Partiti regionali.

Sig. Presidente, in virtù di quell’accordo politico (PD-UDC) che ha consacrato Lei e Spacca come presidente della Provincia e della Regione, Lei oggi ha il sacrosanto diritto dovere di pretendere dal Presidente Spacca la necessaria e non più rimandabile chiarezza ed anche la possibilità di dimostrare che dietro alle formule e agli accordi per le cariche politiche ci può essere anche un inequivocabile e leale sostegno al proprio territorio.

Noi Consiglieri regionali del Centrodestra eletti nella Provincia di Macerata siamo a disposizione per questa missione e le chiediamo di acquisire la disponibilità uguale da parte di tutti i Consiglieri del Centrosinistra.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X