Martin elimina Karol Beck
In serata in campo Bolelli e Jaziri

TENNIS - Eliminato al primo turno il maceratese Federico Torresi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Simone-Bolelli

Simone Bolelli

Colpo di scena al Guzzini Challenger, nel match serale di ieri la testa di serie numero due del torneo, lo slovacco Karol Beck, ha ceduto per 6-3 6-1, praticamente non c’è stata mai partita, vuoi per la freschezza atletica del francese, vuoi per il feeling instaurato da Martin con il campo in cemento del Guzzini.  Se lo scorso anno la sua vittoria al torneo è stata una vera e propria sorpresa, stavolta Martin sin dal primo turno si inserisce di diritto tra i favoriti del Challenger da 30 mila euro. Il match con Karol Beck è stato comunque piacevole, il pubblico presente sugli spalti del circolo ha apprezzato in particolar modo i giochi sotto rete anche se è stata sostanzialmente una partita di fondo. Il tabellone di quest’oggi presenta alcuni incontri interessanti come quello mattiniero tra il croato Marcan ed il kazako Korolev. Quest’ultimo, che presenta un ranking più basso rispetto al suo valore reale, è reduce da un brutto infortunio che l’ha tenuto fuori dai campi di gioco per quasi un anno, il Guzzini Challenger rappresenta quindi  una ghiotta occasione per scrollarsi di dosso un anno horribilis e risalire in fretta la classifica. Il match del pomeriggio invece sarà tra il vincitore del “Maggioni” Gianluca Naso ed il croato Marin Draganja. Naso è salito dalla vicina San Benedetto per cercare il bis nelle Marche anche se si trova nettamente più a suo agio sulla terra rossa. L’incontro preserale invece vedrà Simone Bolelli impegnato a strappare il pass per il secondo turno contro il ceco Minar. Questa sera alle 21.30 la testa di serie numero uno  Malek Jaziri incrocerà la racchetta con il britannico Daniel Cox che ha eliminato in qualificazione il beniamino di casa Morris Maracci. Intanto ieri sono arrivate le prime eliminazioni. Nel doppio il recanatese Giacomo Miccini in coppia con Matteo Marfia ha buttato via una partita perdendo per 6-3, 3-6, 13-11contro il duo Stancati-Vanni. Guzzini amaro per l’altro atleta locale Federico Torresi che si è dovuto arrendere al finalista della scorsa edizione Kenny De Schepper per 6-2 e 6-3. “Sono comunque soddisfatto – ha dichiarato a fine partita Torresi – De Schepper è un giocatore molto alto e con le sue lunghe leve riesce a coprire  perfettamente il campo rendendo difficili anche i giochi sotto rete. Ci tenevo a continuare al Guzzini, ma De Schepper a Wimbledon ha messo in difficoltà persino Federer, ora non mi resta altro che prepararmi al meglio per la Bundesliga”. Stefano Galvani invece, vincitore per 6-3, 6-1 contro l’austriaco Gerald Melzer ha rimarcato il suo buono stato di forma “E’ stato un match faticoso, il caldo si è fatto sentire, nessuna partita al Guzzini è mai semplice, perché nel tennis il ranking conta fino ad un certo punto.  Sto vivendo comunque un buon periodo e punto ad andare avanti nel torneo. Gli avversari sono tutti temibili e ci sono molti i favoriti per la vittoria finale. Il livello del torneo, già difficilissimo lo scorso anno, è aumentato, staremo quindi a vedere”. Nel prossimo turno però Galvani dovrà fare i conti proprio con Martin, un match che si preannuncia quindi caldissimo per la gioia del pubblico del Guzzini Challenger.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X