Si alza il sipario su Macerata Racconta
Dà il “la” Andrea Camilleri

Il sindaco Carancini: "Questa città guarda avanti con eventi culturali improntati alla crescita professionale ed economica della nostra intera comunità"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
macerata_racconta-4-300x225

La video intervista ad Andrea Camilleri

E’ stata la caratteristica voce roca di Andrea Camilleri a tenere a battesimo, poche ore fa, la prima iniziativa dell’edizione 2012 della Festa del libro Macerata racconta. e della Fiera dell’editoria Marche libri. Lo scrittore siciliano, infatti, è stato il protagonista dell’intervista rilasciata all’associazione conTesto e all’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea Mario Morbiducci di Macerata, nell’ambito del laboratorio di lettura cui hanno preso parte sessanta studenti dell’Itc Gentili, dell’Ita Garibaldi e dell’Ipct Pannaggi, guidati in questo percorso dalle insegnanti Elvira Pagnanelli, Nunzia Savino, Annaluigia Rinaldi, Patrizia Paoletti e Cristiana Sopranzi.
Al centro del laboratorio, come noto, il romanzo storico di Camilleri Privo di titolo che narra la surreale storia di Mussolinia, una città fantasma costruita in onore del Duce, tratta da varie fonti come ha tenuto a sottolineare Bendetta Di Giannantonio, dell’associazione conTesto, introducendo la video intervista insieme a Maila Pentucci dell’Isrec, partner quest’ultimo nella rilettura storica del libro.

macerata_racconta-1-300x200

Il taglio del nastro di Macerata Racconta


Camilleri si è detto molto colpito dal fatto che gli studenti abbiano adottato un suo romanzo e soprattutto un romanzo storico e ha svelato come i libri di questo genere, nati dalla sua penna, siano in gran parte basati si avvenimenti autobiografici, vissuti da lui personalmente.
Dopo la video intervista l’appuntamento è proseguito con la lettura dei saggi frutto del lavoro svolto dagli studenti insieme alle loro insegnanti con il contributo delle schede guida preparate dai ricercatori dell’Istituto Morbiducci.

***

Un parterre de roi per il taglio del nastro della Festa del libro Macerata racconta e della Fiera dell’editoria Marche libri avvenuto poche ore fa nei locali dell’ex Upim di corso Matteotti.
All’inaugurazione erano presenti il sindaco Romano Carancini, il prefetto, Pietro Giardina, il presidente della Camera di commercio, Giuliano Bianchi, l’assessore provinciale alla Cultura, Massimiliano Sport Bianchini, il consigliere regionale, Angelo Sciapichetti, il vice sindaco Irene Manzi, l’assessore ai Beni culturali, Stefania Monteverde, l’assessore all’Ambiente, Enzo Valentini e l’assessore alle Politiche giovanili Federica Curzi, rappresentanti dell’Università di Macerata, Sandro Urbani dell’Edim e Simona Speranza dell’associazione Libri in città oltre naturalmente ai rappresentanti dell’associazione conTesto, organizzatrice dell’evento.

macerata_racconta-3-225x300

Gli studenti oggi nella sala degli Specchi della biblioteca in attesa di assistere all’intervista di Camiller

“E’ una soddisfazione, un piacere – ha detto il sindaco Carancini – essere qui oggi. Macerata racconta e soprattutto la Fiera dell’editoria Marche libri, dopo il numero zero dello scorso anno, è cresciuta. L’intera manifestazione è un classico esempio di come con grandi idee, la collaborazione e la partecipazione di tutti gli attori del nostro territorio, si riesca ad organizzare una iniziativa di grande respiro, di altissimo spessore culturale e si possano raggiungere traguardi importanti. In un fase non certo positiva come quella che stiamo vivendo, noi cerchiamo di guardare avanti e, con un po’ di audacia anche di sorpassare, con l’ambizione di oltrepassare i confini regionali. Il mio ringraziamento – ha proseguito il primo cittadino – va a tutti coloro che hanno lavorato e stanno dando il proprio contributo per la riuscita di questa manifestazione e ai partner che le hanno dato fiducia. Partendo dai numeri di Macerata racconta, oltre cinquanta appuntamenti in cinque giorni, quaranta gli editori che espongono i loro prodotti, ventuno le associazioni che collaborano, voglio ricordare a tutti che questa città non è in declino ma sta guardando avanti, sfornando eventi culturali improntati alla crescita professionale ed economica della nostra intera comunità. Chi vuole bene a Macerata deve riconoscere le cose che proiettano in avanti la nostra città e non parlare solo di quelle che non vanno. Sono certo che sarà una settimana bellissima. Un in bocca al lupo a Macerata racconta”.
Concetti quelli espressi dal sindaco Carancini condivisi anche dagli altri presenti. L’assessore Bianchini è intervenuto affermando che “sull’editoria c’è una forte attenzione e bene ha fatto il Comune a puntare sulla cultura di qualità”, il presidente della Camera di commercio, Giuliano Bianchi ha ricordato come quella per i libri “sia una passione importante di tutto il territorio“ e ha auspicato che Macerata racconta con la fiera dell’editoria possano crescere e diventare un punto di riferimento regionale, “è un modo – ha concluso – di sostenere al città e il suo centro storico”.
Infine gli auguri del nuovo prefetto Pietro Giadina a Macerata racconta: “E’ importante – ha detto – che vengano intraprese iniziative di questo genere che contribuiscono ad attraversare e superare momenti come quelli attuali”.
macerata_racconta_inaugurazione-2-300x200   macerata_racconta_inaugurazione-3-300x200   macerata_racconta_inaugurazione-4-300x200



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X