Civitanovese, adesso puoi sognare
“Rispetto per tutti ma paura di nessuno”

SERIE D - Il dg Cabrini analizza l'attuale momento dei rossoblu secondi in classifica. Il difensore (col vizio del gol) Bolzan ricorda Traore: "Nessuno di noi ha dimenticato Vakaba"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

civitanovese-0
cabrini

Fabrizio Cabrini - Direttore generale

di Andrea Busiello

A Fabrizio Cabrini piace bruciare le tappe. Il direttore generale della Civitanovese fu chiamato da patron Antonelli con un obiettivo ben preciso: quello di portare i rossoblu ai vertici dei dilettanti nel giro di tre anni. Al primo anno da direttore generale, la formazione di mister Cornacchini attualmente è al secondo posto in classifica (al pari della Sambenedettese), dietro alla corazzata Teramo. Questa è la testimonianza di come nello sport i risultati non si raggiungono solo spendendo cifre astronomiche. La Civitanovese, con un budget decisamente inferiore rispetto ad altre squadre che sono inserite nel suo girone, ha scelto gli uomini giusti ed il finale di stagione potrebbe regalare grandi soddisfazioni. Il primo posto è del Teramo che ormai aspetta solo la matematica (+10 sulle seconde) per festeggiare un trionfo ampiamente meritato. In un pomeriggio nuvoloso di metà marzo siamo andati a scovare da vicino il segreto di questi grandi risultati ed una cosa balza subito all’occhio: l’intensità con la quale la squadra di mister Cornacchini (per l’occasione in campo nelle vesti di centravanti!) lavora durante una seduta d’allenamento. “Stiamo facendo un campionato eccezionale, siamo davvero contenti di questo ma non abbiamo nessuna intenzione di abbassare la guardia – sottolinea il dg Cabrini – Vogliamo continuare su questa scia fino alla fine e dire la nostra nei play off. Il gruppo è forte e solido, composto da professionisti seri e veramente in gamba; rispettiamo tutti ma non abbiamo paura di nessuno. Vogliamo arrivare agli spareggi promozione nel migliore dei modi e potercela giocare alla pari di squadre sulla carta più forti di noi”.

cornacchini

Giovanni Cornacchini - Allenatore

Soddisfazione e felicità sono sintomi che caratterizzano anche il pensiero di mister Giovanni Cornacchini: “Sono fiero di avere questi ragazzi ai quali chiedo sempre massima intensità in ogni singolo allenamento. Non bisogna mai abbassare la guardia”. Protagonisti in positivo di quest’annata sono anche il difensore Dario Bolzan e il centrocampista Stefano Mandorino: “Questo è un gruppo eccezionale e di questa squadra ci tengo a sottolinearlo fa parte anche Traore – dice Bolzan (già 4 reti in stagione) – Vakaba non è più tra noi fisicamente ma nessuno di noi lo ha dimenticato. Ogni volta che entro nello spogliatoio e vedo le sue foto ripenso a lui”. Il supporto dei tifosi rappresenta un’arma in più per la Civitanovese e di ciò ne è convinto anche il trequartista Mandorino: “Giochiamo sempre in 12 perchè abbiamo dei tifosi magnifici. Stiamo raggiungendo grandi risultati ed il merito va diviso tra tutti”. Dopo la vittoria di Jesi la formazione rossoblu sta preparando la sfida contro l’Olympia Agnonese che si giocherà domenica prossima al Polisportivo di Civitanova con inizio alle 15.

mandorino

Stefano Mandorino - Centrocampista

bolzan

Dario Ruben Bolzan - Difensore



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X