Montecucco e il sogno della Feba:
“Crediamo nella serie A”

BASKET - La cestista della truppa civitanovese analizza il magic moment della squadra prima in classifica nel campionato di B1. Domenica il big match contro Pesaro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

feba2-300x225di Laura Barbato

Se la squadra maschile di basket di Civitanova zoppica, altalenando belle prestazioni a risultati negativi tutt’altra storia è quella che riguarda la pallacanestro femminile che è prima in classifica con risultati da capogiro. Per la compagine di coach Dillier infatti si possono spendere solo belle parole: prima nel girone L, 22 punti e solo due sconfitte. Una squadra allestita per far bene e per provare, senza troppe pretese, a fare il salto di categoria. Un team impreziosito da tre ragazze che vantano esperienze in Serie A come Tania Montecucco, che ha calcato parquet di A2 con le casacche di Ancona e Porto San Giorgio.

Montecucco, siete prime nel girone, state vivendo un ottimo periodo di forma, ad inizio anno si aspettava che la squadra potesse andare così bene?
“Non so se la società si aspettasse tutto questo, ma sicuramente era consapevole che quest’anno sarebbero arrivati risultati differenti perché è stata allestita una squadra molto competitiva con delle ragazze che hanno giocato in campionati di categoria superiore come Marica Gomes e Serena Scoglia”.
feba4-300x225
Lei ha militato per molti anni in A2, cosa l’ha spinta a scendere di categoria e a scegliere Civitanova?
“Sono a Civitanova principalmente per motivi personali; a Giugno mi sposo e il mio fidanzato gioca a Civitanova, nella Naturino – Sapore di Mare, perciò ho preferito rimanere nelle vicinanze per organizzare il tutto”.

Pensa di poter tornare in A2 o per il momento ha accantonato l’idea?
“Per adesso non ci penso perché non rientra nelle mie priorità. L’idea sarebbe quella di tornare a Perugia dove abbiamo comprato casa”.

Che differenze ci sono tra l’A2 e il campionato di B Nazionale?
“C’è un abisso. La serie A è molto più tecnica mentre il campionato di B è molto più duro e fisico”.

feba11-300x233

Domenica vi attende un match molto importante contro Pesaro; che partita si aspetta?
“Sono due settimane che questa partita viene rinviata e finalmente è arrivato il momento di giocarla. E’ una gara molto sentita e per noi conta moltissimo perché vogliamo rimanere in testa. Sarà una partita difficile in cui dovremmo stare attente anche ai canestri che subiremo, perché se dovessimo perdere con un margine superiore agli 8 punti scivoleremmo al terzo posto in classifica”.

feba1-225x300



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X