Cosmari: Carancini bacchetta il Pdl

Il sindaco esprime soddisfazione per l'approvazione della delibera: "Non capisco perchè il Popolo della Libertà è uscito dall'aula al momento del voto. Ho molto apprezzato l'Udc"
- caricamento letture

carancini-cosmari“Esprimo grande soddisfazione per il forte atto politico votato voluto dalla Giunta, e approvato dal Consiglio comunale martedi scorso, sulla questione dei cattivi odori causati dall’attività del Cosmari nelle frazioni di Sforzacosta, Piediripa ed in altre zone della città”.

Sono parole del sindaco Romano Carancini che interviene a proposito dell’esito della delibera approvata dal Consiglio per dire basta ai cattivi odori provenienti dal Cosmari.

“Voglio a questo proposito – prosegue il sindaco – anche manifestare il mio sincero apprezzamento per la scelta che l’Udc – forza di opposizione – ha inteso esprimere attraverso il voto favorevole alla delibera, emendata grazie al contributo presentato dal Consigliere Ivano Tacconi.

Il voto favorevole di una parte delle opposizioni unitamente all’astensione di altre – Lista Ballesi e Macerata nel Cuore – che pur critiche rispetto alla delibera, hanno voluto manifestare senza ambiguità le rispettive posizioni attraverso il voto non contrario, conferisce un valore assoluto all’atto consiliare perché al di là delle singole valutazioni e sfumature, si tratta di una risposta chiara del Consiglio comunale il quale assume una responsabilità più incisiva rispetto al passato su una vicenda non più rinviabile, che non riguarda la sola frazione di Sforzacosta ma coinvolge l’intera città.

 Proprio in ragione di tale considerazione, sinceramente – prosegue Carancini – resto rammaricato dall’atteggiamento del Pdl che, fatta salva la posizione del consigliere Salvatori, ha incomprensibilmente abbandonato l’aula al momento del voto, di fatto rifiutando di dare voce alle legittime rivendicazioni di una parte della nostra comunità. A maggior ragione poi, quando penso che gli stessi consiglieri il giorno prima avevano chiesto di posticipare la discussione del provvedimento al fine di partecipare attivamente al voto.

Ora con determinazione, a delibera approvata – conclude il sindaco  si dovrà rappresentare al Cosmari l’indirizzo del Consiglio comunale affinché senza ritardi, tenga conto della espressione democratica della nostra istituzione tesa esclusivamente a porre fine a uno stato ambientale inaccettabile per una parte della comunità maceratese attraverso il rispetto delle puntuali prescrizioni dell’Arpam più volte formalizzate”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =