Foresi: “Mobili verrà cacciato dagli elettori”

CIVITANOVA - Clima infuocato in vista delle elezioni amministrative. Marinelli: "Non ho intenzione di rispondere più alle bugie e alle insinuazioni di Mobili e dei suoi pseudo-adulatori"
- caricamento letture
massimo-mobili-31-300x237

Il sindaco di Civitanova, Massimo Mobili

di Laura Boccanera“Mobili sarai cacciato dagli elettori, mentre io ed i miei amici dell’Ancora saremo ad amministrare Civitanova in quanto liberi, forti e coraggiosi”. Non lasciano appello le parole di Renzo Foresi dell’Ancora che vaticinia la fine dell’era Mobili con poche strimgate righe affidate ad un comunicato  tagliente e infuocato. “Il mio dissenso da Mobili e l’uscita dalla giunta è derivata esclusivamente dalla non condivisione dell’operato del sindaco ,volto alla realizzazione di capannoni,centri commerciali,varianti e variantine,incarichi esterni e mancato rispetto degli impegni elettorali con i cittadini  – dice Foresi – Mobili al momento della mia uscita non aveva più la maggioranza,allora ha dovuto fare ciò che ha fatto per avere  le “manine alzate” in consiglio comunale. Un’accusa grave quella lanciata da Foresi che annuncia anche altre “”rivelazioni” in particolare promette di pubblicare l’elenco delle cose che non erano condivise da Foresi e che secondo il coordinatore dell’Ancora sarebbero all’origine dell’isolamento politico di Mobili. “La vittoria del 2007  va a me come segretario di  FI  e coordinatore delle otto liste che hanno preso più voti di Mobili”.
Di pochissime parole anche la replica di Marinelli che si affida alla filosofia per dire che da questo momento non risponderà più a Mobili: “Per senso di responsabilità non ho intenzione di rispondere oltre alle bugie,  alle illazioni e alle insinuazioni di Mobili e dei suoi pseudo-adulatori. Io e gli amici della lista civica siamo stati sempre leali. Come ho già detto, ben altre sarebbero state le manovre di chi avesse voluto far mancare la terra sotto i piedi del Sindaco. Tuttavia come diceva il  filosofo statunitense ” Thoreau: “Bisogna essere in due perché la verità nasca: uno per dirla e l’altro per ascoltarla”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X