I gironi della Serie D, le marchigiane temono il Ravenna

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

seried

di Mauro Nardi

Questa appena entrata è la settimana decisiva per la composizione dei gironi della prossima serie D e degli accoppiamenti della Coppa Italia 2011/2012 di categoria che scatterà domenica 22 agosto con il turno preliminare. Al momento sono 162 le formazioni iscritte regolarmente al Comitato Interregionale, ma la Figc ha già recepito e accolto le istanze di Nuovo Cosenza e Salerno Calcio, società che sono state cancellate dalla Lega Pro e che saranno inserite in sovrannumero. A queste potrebbero aggiungersi altre cinque squadre che stanno tentando di regolarizzare l’iscrizione in tempi record come Atletico Roma, Città di Brindisi e Gelambiente, mentre il Montecchio Maggiore attende notizie dopo aver vinto il ricorso presso l’Alta Corte di Giustizia del Coni, che ha stabilito che la squadra non doveva partecipare ai playout della passata stagione. Ma quel che piu’ interessa le formazioni marchigiane, e in particolar modo Recanatese e Civitanovese, sono le sorti del Ravenna Calcio, escluso dalla Lega Pro con 50 mila euro di ammenda al termine del processo sportivo per il calcioscommesse. La Commissione disciplinare della Figc ha assegnato ai romagnoli un campionato di categoria inferiore e nelle ultime ore sarebbero stati avviati dei contatti fra la presidenza del Ravenna calcio e il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete, per rimediare in extremis una iscrizione della società nella quinta serie del movimento calcistico nazionale. Se questa andrà in porto, c’è la possibilità piu’ che concreta che il Ravenna Calcio venga inserita nel girone F, che secondo voci di corridoio anche quest’anno raccoglierà le formazioni marchigiane, abruzzesi, molisane e romagnole. Quindi, entrando nel dettaglio, si prospetta la presenza di Atessa Val di Sangro, Luco Canistro, Miglianico, Renato Curi Angolana, San Nicolò, Santegidiese e Teramo dall’Abruzzo, Ancona, Civitanovese, Jesina, Recanatese, Sambenedettese e Vis Pesaro dalle Marche, Atletico Trivento, Real Isernia e Olimpia Agnonese dal Molise e Riccione, Real Rimini e Ravenna dalla Romagna. In tutto 19 squadre con l’inevitabile turno di riposo ad ogni giornata per ognuna delle protagoniste, oppure con il passaggio di una delle compagini in un altro raggruppamento. Difficile ma non impossibile un allargamento del girone a 20 squadre come avvenuto già nella passata stagione e che ha costretto a ben sei turni infrasettimanali. Un tour de force al quale le marchigiane farebbero volentieri a meno. Incertezze ed ipotesi verranno spazzate via giovedì o al massimo venerdì, quando dalla LND saranno diramati i nove gironi con i relativi accoppiamenti della Coppa Italia, che come da tradizione saranno sorteggiati in base all’area  geografica. Situazione che promuoverà senz’altro dei derby.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X