Il Trodica alza la voce:
“Basta con questi arbitraggi”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Dalla società del Trodica, Promozione girone B, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato.

 

“Non è possibile che ciclicamente ogni tre o quattro partite il Trodica Calcio si trovi ad essere penalizzato dagli arbitraggi. Dopo le negative direzioni avute nelle gare contro il Sirolo Numana e la Monturanese, sabato scorso, contro il Porto Sant’Elpidio, è stato toccato l’apice in tre episodi cruciali. L’episodio più clamoroso si è verificato al termine del primo tempo quando il signor Guerrieri ha fischiato la fine della frazione con la palla che, a portiere battuto, stava entrando in rete. Prima della suddetta macroscopica topica, il gol dell’1-2 è stato viziato da un netto fallo dell’attaccante rivierasco su Curzi nel tentativo di togliergli la sfera di gioco. Per completare l’opera, ad un quarto d’ora dalla fine, il signor Guerrieri annullava un gol su segnalazione del primo collaboratore mentre Meschini, arrivato sulla linea di fondo, crossava indietro per Bartolucci che insaccava. A fine gara il direttore di gara è uscito a braccetto con i dirigenti del Porto Sant’Elpidio con il sorriso sulle labbra e con la faccia di chi aveva portato al termine un’opera premeditata scegliendo come vittima ancora una volta il Trodica Calcio. Trodica che negli ultimi anni è stata sicuramente la società più penalizzata del torneo. Lo scorso anno, con la squadra al vertice per lunga parte del campionato, abbiamo subito 14 rigori contro e soltanto 3 a favore. Mai nella storia del calcio una squadra prima in classifica ha avuto queste ignobili statistiche. Alla luce di ciò, la dirigenza non si spiega le motivazioni di così tanto accanimento nei confronti di una società sana, inappuntabile sotto ogni punto di vista che tende a valorizzare i propri giovani e molto seguita nell’hinterland oltre che dai propri impareggiabili tifosi organizzati. Tifoseria, che teniamo a sottolineare, va lodata per l’attaccamento ai colori e, soprattutto per la correttezza. Nonostante i ripetuti torti arbitrali i ragazzi non hanno mai perso le staffe continuando incessantemente ad incitare i propri beniamini”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X