Lube, facile 3-0 a Forlì
Nei play off c’è Treviso

VOLLEY SERIE A1- Buone notizie per i biancorossi: è tornato in campo Igor Omrcen
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

lube3-196x300

 

Chiusura di Regular Season in bellezza per la Lube Banca Marche, che nel deserto del Pala Fiera di Forlì (presenti circa 200 spettatori, la maggior parte di fede biancorossa) strapazza la Yoga con un 3-0 che arriva accompagnato da un’altra grandissima notizia, il ritorno in campo di Igor Omrcen a tre settimane esatte dalla brutta distorsione alla caviglia rimediata nella finale di Challenge Cup giocata in Turchia. Il capitano, che chiuderà con tre punti, ha fatto il suo primo ingresso in campo sul 23-13 del primo parziale, confezionando a tempo di record un recupero a dir poco eccezionale, grazie soprattutto al gran lavoro dello staff medico maceratese, e rispondendo dunque presente per la corsa scudetto che prenderà il via al Palasport Fontescodella mercoledì prossimo. A proposito, la squadra di Berruto se la dovrà con la Sisley Treviso, finita sesta in graduatoria dopo la sconfitta di oggi con Castellana Grotte. Berruto concede un po’ di riposo a Savani e Podrascanin, proponendo un sestetto assolutamente inedito con Vermiglio in palleggio opposto a Van Walle, Vadeleux titolare al centro con Stankovic, Martino e Savani di mano, Paparoni libero. Nel primo set i biancorossi mettono la vittoria in tasca già in avvio, sfruttando il buon turno al servizio di Vadeleux che consente a Martino (firmerà 7 punti) di murare due volte Bellei (2-0) e poi di contrattaccare di prima intenzione, portando i suoi sul 6-0, grazie anche ai due errori degli attaccanti romagnoli registrati nel mezzo.

lube1-300x199

La Lube va al secondo time out tecnico avanti 16-7 con un altro blocco vincente, stavolta di Vermiglio (alla fine saranno 4), e dopo il ritorno in campo di Omrcen chiude sul 25-14 con un ace di Facu Conte. Senza storia anche il set successivo, in cui Omrcen si riaccomoda inizialmente in panca (dentro Van Walle) ed a fare la differenza in favore dei maceratesi è soprattutto l’efficacia del servizio, con Vermiglio che firma due ace consecutivi tracciando la fuga decisiva già sul 6-2. Il vantaggio alla seconda sesta tecnica è di sette lunghezze (16-9), il capitano torna in campo sul 18-10 così come Podrascanin, che concede un po’ di riposo anche a Stankovic. Finisce 25-18, dopo un errore in battuta del centrale di casa Ainsworth: per i biancorossi 62% in attacco contro il 38% della Yoga, tre muri vincenti ed anche un buon 62% in ricezione con il 56% di perfette. Il terzo set è quello più equilibrato di tutta la gara: sul 18 pari, la zampata vincente dei biancorossi arriva dopo una gran difesa di Lampariello, gettato nella mischia per Conte, che consente di contrattaccare per il 21-18 che vale il 3-0. La ciliegina sulla torta la mette Omrcen, mettendo a terra il pallone del definitivo 25-21.

lube2-300x196
Il tabellino:

YOGA FORLI’: Falasca 1, Ricci Petitoni 4, Bacci, Olivucci n.e., De Pandis (L), Ainsworth 2, Sintini, Bellei 12, Caldeira 5, Bovolenta 7. All. Molducci.

LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Savani n.e., Paparoni (L), Vermiglio 6, Marchiani n.e., Conte 7, Stankovic 3, Martino 15, Vadeleux 5, Van Walle 7, Cacchiarelli n.e., Omrcen 3, Podrascanin 2. All. Berruto.

ARBITRI: Perri (RM) – Vagni (PG).

PARZIALI: 14-25 (21’), 18-25 (22’), 21-25 (25’).

NOTE: Spettatori 200. Yoga bs 12, ace 2, muri 6, errori 27, ricezione 45% (33% prf), attacco 31%. Lube bs 14, ace 4, muri 9, ricezione 57% (38%prf), attacco 52%.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X