Omrcen: “Vibo un’ottima squadra
ma pensiamo prima al Maccabi”

CHALLENGE CUP - Mercoledì il ritorno in Israele. Una vittoria varrebbe l'accesso ai quarti di finale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Omrcen-2-198x300

Il capitano della Lube Igor Omrcen

Il capitano biancorosso Igor Omrcen commenta l’accoppiamento dei quarti di Coppa Italia con Vibo Valentia: “E’ una sfida in cui la Lube Banca Marche è sicuramente la squadra favorita – dice Igor – in primis perché lo dice la classifica, dato che noi siamo arrivati terzi e loro sesti, e poi anche perché avremo la possibilità di poter giocare la partita in casa, dunque contando pure sull’importante apporto dei nostri tifosi. Vibo Valentia è comunque una squadra di tutto rispetto, anzi, direi assolutamente la migliore formazione di quelle che al momento navigano a metà classifica: è cresciuta moltissimo rispetto a quando l’abbiamo incontrata ad inizio stagione, ed insieme a San Giustino nelle ultime giornate di campionato ha incanalato degli importanti risultati positivi dimostrando di poter dare fastidio a chiunque. Massimo rispetto per l’avversario, come sempre, ma nessun timore”. Il fatto di incontrare la squadra di Vincenzo Di Pinto per due volte nell’arco di pochi giorni (domenica 16 i biancorossi saranno in Calabria per la prima giornata di ritorno della Regular Season, la sfida di Coppa Italia è in programma il mercoledì successivo al Fontescodella di Macerata – ndr), secondo Omrcen non sarà affatto influente: “Per entrambe – spiega il capitano – sarà una buona occasione per studiarsi meglio, questo indubbiamente. Ma sono assolutamente convinto che il risultato della domenica non influirà per niente sulla successiva gara di Coppa Italia. Sono due partite che avranno una storia a sé, per tanti motivi. E in ogni caso, noi puntiamo naturalmente a vincerle entrambe”. Omrcen chiude facendo un bilancio del girone di andata, e mettendo in guardia i suoi per l’impegno di mercoledì prossimo in Challenge Cup: “Il terzo posto in classifica a parità di punti con Cuneo ci conferma che pur essendo partiti con una rosa di giocatori molto rinnovata abbiamo lavorato bene, e pur con qualche rimpianto, relativo soprattutto alle recenti partite con Roma e Treviso, possiamo essere assolutamente soddisfatti di quanto raccolto. In ogni caso, adesso più che al girone di andata del campionato appena concluso, o alla Coppa Italia, dobbiamo pensare al Maccabi, perché mercoledì in Israele ci aspetta una partita importante e tutta da giocare: la qualificazione, nonostante la netta vittoria dell’andata, è ancora da conquistare sul campo. Teniamo molto a tutte le competizioni che ci vedono protagonisti, è nostro dovere affrontarne una alla volta, con la giusta concentrazione e determinazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X