La Cgil si trasferisce
a Piediripa

Posa della prima pietra
- caricamento letture

cgil_prima-pietra-11-283x300

di Beatrice Cammertoni

Partono oggi i lavori per la nuova sede della CGIL provinciale a Valleverde: la prima pietra dello stabile è stata simbolicamente posta questo pomeriggio alla presenza del sindaco Carancini, dei vertici regionali e provinciali e dei dipendenti del sindacato. Il progetto curato dallo studio tecnico Lisi e Palmucci prevede 1400 metri quadrati stanziati su due piani e autosufficienti dal punto di vista energetico grazie a pannelli solari, nei quali verranno trasferiti gli uffici oggi presenti in Corso Garibaldi. La CGIL tuttavia non abbandonerà il centro città, dove rimarrà un presidio demandato ai servizi fiscali e di patronato. Il segretario generale della CGIL Macerata Aldo Benfatto ha accompagnato gli intervenuti nel lotto della zona industriale di Piediripa, dove Giovanni Mordini, lavoratore edile iscritto al sindacato da quarant’anni e Letizia Morichetta, precaria al momento in scadenza di contratto all’INPS, hanno appoggiato nel terreno il primo mattone di quella che sarà la nuova sede provinciale del sindacato.

cgil_prima-pietra-9-300x200

Uno sguardo alla storia della CGIL e al suo futuro, dunque, per questa cerimonia che apre ufficialmente i lavori che dovrebbero portare al trasferimento entro un anno e mezzo e che al momento sono preventivati con una spesa di circa 1 .600 000 euro. I costi saranno sostenuti per metà dai finanziamenti nazionali e per metà attraverso un mutuo, sostenibile grazie all’affitto non più pagato per i locali in Corso Garibaldi. Con la nuova sede, si apre una nuova fase per la CGIL Macerata: il sindacato ad oggi conta 36000 iscritti e stando alle stime dei dirigenti si confronta ogni anno con almeno 50000 persone svolgendo servizi come CAF (Centro Assistenza Fiscale) e calcolo ISEE.

cgil_prima-pietra-6-300x208

«Ci spostiamo dal centro storico, ma ci avviciniamo ai luoghi di lavoro. A Piediripa sarà più facile parcheggiare e quindi raggiungerci. Abbiamo previsto all’interno dello stabile una sala conferenze da rendere fruibile anche per gli esterni, così da aprire i nostri locali anche ad un utilizzo sociale» ha detto Benfatto, richiamando inoltre l’attenzione sul fatto che tutti i lavori sullo stabile saranno condotti da imprese locali: «Abbiamo voluto valorizzare la qualità delle ditte della provincia affidandoci a loro per tutte le fasi della costruzione.»  Il sindaco Romano Carancini, accompagnato dal figlio, si è detto onorato di partecipare alla cerimonia di oggi: «Prende forma un progetto per cui ho lottato già come consigliere comunale. In previsione di una crescita economica di Macerata, sono felice della presenza a fianco delle istituzioni della CGIL, che ha storicamente svolto dei servizi di grande utilità per la cittadinanza. Mi fa molto piacere anche che il sindacato non abbandoni del tutto il centro storico, anche perché così potrà essere parte del piano con il quale si pensa di riconvertirlo e ripensarlo. Per non parlare del fatto che i lavori per questa sede sono i primi a partire proprio in questa zona.»

cgil_prima-pietra-3-300x236

Dopo aver risposto domande di Benfatto circa la prospettiva dello svincolo della superstrada a San Claudio ed aver ribadito l’impegno concreto dell’amministrazione comunale verso questa prospettiva, l’intervento di Carancini si è chiuso con una battuta: «Quando è prevista la conclusione dei lavori? Tra un anno? Ah, bene, magari ci sarò ancora per inaugurarla». Sono intervenuti successivamente anche il segretario generale della CGIL Gianni Venturi, che ha focalizzato l’attenzione sull’importanza di un passo di tale portate in questo momento storico di crisi e Loredana Pistelli, dell’INCA Marche ente che partecipa ai costi dei lavori.

(Foto di Guido Picchio)

cgil_prima-pietra-10-300x200 cgil_prima-pietra-8-300x200 cgil_prima-pietra-7-300x200 cgil_prima-pietra-5-300x268 cgil_prima-pietra-4-300x200 cgil_prima-pietra-2-300x204 cgil_prima-pietra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X