Marcia indietro del Governo
Salva la provincia di Fermo

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

48fda1ac79f0f_zoom-300x200

Salta il taglio delle mini-province inserito nella carta delle autonomie.

Il presidente della commissione Affari costituzionali della Camera e relatore del provvedimento, Donato Bruno, secondo quanto spiegano diversi esponenti dell’opposizione, ha presentato un emendamento soppressivo dell’articolo 14 del provvedimento che prevedeva, appunto, la cancellazione delle province sotto i 200 mila abitanti, ossia quattro: Vercelli, Isernia e Vibo Valentia e Fermo.

«Con il calcolo fatto in base alla normativa ultima, il relatore si è reso conto che il taglio si riduce a un numero molto ristretto. Così com’è non ha un significato forte»:  così il sottosegretario alla Semplificazione normativa, Aldo Brancher, ha spiegato la decisione di cancellare la soppressione delle province. «Il Governo condivide questa riflessione. Forse sulla questione ci sarà un successivo approfondimento in Aula e vediamo che succede».

Anche altri parlamentari hanno confermato la posizione espressa da Bruno sia sul limitato impatto della norma quale si era venuta a configurare sia su una successiva riflessione per l’Aula dove il provvedimento approderà lunedì prossimo. Sull’emendamento del relatore c’è stato il voto a favore del Pd che considerava l’articolo 14 incostituzionale, mentre gli altri gruppi di opposizione hanno votato contro.

La commissione Affari Costituzionali ha anche votato, a maggioranza, il mandato al relatore a riferire in Assemblea.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X