Prova generale
di viaggio su Marte
Un italiano in squadra

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

astronauti-marte

ANSA- MOSCA – Devono simulare il più lungo volo spaziale con uomini a bordo della storia, fino all’atterraggio sul pianeta Marte, sperimentando i possibili effetto psicologici: oggi nella periferia di Mosca sei astronauti, fra cui l’italiano Diego Urbina, si chiudono dietro lo sportello alle 14:00 (le 12:00 italiane) per i prossimo 240 giorni.

Poi tre di loro faranno finta di esplorare il pianeta rosso per un mese, e dopo la ‘navicella’, una saletta di 180 metri quadri con servizi minimi, ma essenziali, ripartirà – sempre per finta – verso la terra. In tutto, 520 giorni senza la possibilità di vedere parenti e amici, con una comunicazione via sms, gestita dal centro di controllo, che si farà sempre più rarefatta, fino a dover sopportare un intervallo fra le parti di 40 minuti.

Per i sei, oltre a Urbina un francese, un cinese e tre russi, il tempo verrà diviso fra lavoro, ricreazione e riposo, ognuno di otto ore al giorno. I viveri verranno razionati. La simulazione non potrà fare accelerare i tempi del vero viaggio su Marte, previsti fra almeno 30 anni, né potrà prescindere dalla vicinanza fra le orbite del Pianera rosso e della Terra, che variano fra loro dai 55 agli oltre 400 milioni di chilometri .

Ma l’Istituto russo per i problemi biomedici (Ibmp) e l’Agenzia spaziale europea (Esa) sono interessati a scoprire da oggi gli effetti sulla mente del lungo, duro, futuro viaggio. Possono vederli anche gli utenti di Internet, che possono seguire la simulazione verso Marte attraverso Google e il sito http://mars500main.appspot.com/.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X