“Una città sostenibile è possibile
No al parcheggio di Rampa Zara”

OPINIONI - di Roberto Cherubini
- caricamento letture

panorama-metro-Stoccolma

di Roberto Cherubini

Che il nostro Paese stia gradualmente smarrendo i presupposti per una buona qualità della vita è testimoniato dal servizio di Report sul trasporto privato e pubblico andato in onda domenica scorsa (visibile all’indirizzo http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-28c2cf1c-a3a7-4259-8db9-834344c566e8.html )

La nostra città ha una presenza di vetture private simile a quella di Roma (600 vetture ogni 1000 abitanti), un primato non invidiabile perché la gran parte delle città europee si assesta su cifre molto inferiori (350/450).

Occorrono con urgenza scelte diverse, scelte che la Svezia ha fatto 35 anni fa!!

In tantissime città europee hanno capito che l’utilizzo della vettura privata genera solamente problemi ai cittadini, sia ambientali che di salute, ed hanno aggirato il problema creando le condizioni per avere un servizio pubblico efficiente.

Hanno aumentato l’intensità del servizio pubblico garantendo un’attesa massima alle fermate dei bus di 7 minuti, hanno creato nei pressi delle fermate dei parcheggi per le bici, hanno sviluppato metropolitane di superficie.

parcheggio-bici-Copenaghen

Nel contempo è stata fatta una massiccia opera di informazione per far capire alle persone che l’utilizzo della vettura privata oltre che essere inquinante ed insalubre è anche molto costoso.

Mi permetto di consigliare ai nostri nuovi, giovani e capaci amministratori comunali di fare un viaggetto di gruppo in qualche città del Nord.

La prima sensazione che si ha arrivando in città come Copenaghen o Stoccolma è quella di città chiuse al traffico; la realtà invece è che le famiglie di 5 persone hanno al massimo un vettura privata in quanto il servizio pubblico è presente ovunque ed estremamente efficace ed efficiente.

Nella nostra città una centralina di rilevamento polveri sottili ha superato in 4 mesi il limite annuale di PM10
. Dovremmo tutti ribellarci a questo perché le polveri sottili sono una delle principali cause del cancro ai polmoni…ed invece tutto tace.

In alcune ore della giornata il traffico veicolare ha la velocità di una carrozza di altri tempi con centinaia di vetture inquinanti ferme, rumorose e pronte a consumare litri di carburante…eppure tutto tace.

semaforo-per-biciclette-Copenaghen

Il nostro Comune è dotato di un parco eccezionale di mezzi a metano e l’ APM è un gioiello che produce importanti redditi. Si potrebbe da subito investire nel servizio pubblico ed invece a cosa si pensa? Ad un nuovo parcheggio.

Ognuno di noi dovrebbe rendersi conto che non è questo il modo per rispondere alla domanda di qualità della vita.

Non possiamo continuare a rispondere alle esigenze immediate non avendo una visione lungimirante.

I parcheggi a Macerata sono anche troppi ed un’inchiesta di MaceraTiAmo del novembre scorso ha dimostrato che sono anche largamente inutilizzati. Solo organizzando dei parcheggi esterni alla città gratuiti (già esistenti) ed offrendo un servizio pubblico cittadino efficiente, possiamo sperare in una città migliore.

Siamo lanciati ad alta velocità contro un muro ed anziché frenare, rallentiamo un pochino.

Conosco alcuni dei componenti la giunta e li stimo molto per questo vorrei far loro un accorato appello:

METTIAMO AL CENTRO LA QUALITA’ DELLA NOSTRA VITA.

CERCHIAMO DI DIMINUIRE IL TRAFFICO VEICOLARE PRIVATO, DOBBIAMO FARLO PER NOI E PER I NOSTRI FIGLI.

DISEGNAMO UN TRASPORTO PUBBLICO NUOVO CON L’AIUTO DEL MOBILITY MANAGER CITTADINO.

E’ GIA’ TARDI, MA SE PARTIAMO PENSANDO AD UN NUOVO PARCHEGGIO SIAMO FUORI DA OGNI LOGICA DI SOSTENIBILITA’.

Il neo sindaco Romano Carancini ha dimostrato in campagna elettorale di avere una dote che hanno tutte le persone intelligenti: cambiare idea quando ci sono i presupposti per farlo; dopo che il suo partito ha per anni parlato di potenziamento dell’ inceneritore lui ha manifestato l’intenzione di creare le condizioni per spegnerlo.

Spero che ora rifletta qualche minuto in più prima di costruire l’ennesimo inutile parcheggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X