Giuliano Bianchi: “Sono disperato,
questa provincia non sa reagire”

Duro intervento del presidente della Camera di Commercio alla Giornata dell'economia
- caricamento letture

convegno-banca-marche-bianchi

di Alessandra Pierini

E’ un Giuliano Bianchi deluso e “disperato” come si definisce lui stesso, quello che ha concluso, alla presenza di non più di 30 persone, rimaste fino alla fine della mattinata, l’8° Giornata mondiale dell’economia. “Se la Camera di Commercio dà i numeri credo valga la pena ragionarci tutti insieme perciò ringrazio i pochi che sono rimasti fino alla fine.”

Ha poi risposto all’intervento di Franco Capponi, Presidente della Provincia che aveva insistito su come “è necessario rivedere il nostro modello dello stare insieme perchè nessuno vuole rinunciare ai propri privilegi, nessuno vuole rischiare” e sulle iniziative della Provincia di Macerata sulle linee dettate da Europa 2020. “Noi abbiamo fatto – ha ribattuto il Presidente Bianchi – le poche cose che possiamo fare da soli, ad esempio la Materioteca. Parliamo di Europa 2020 ma qui si tratta ancora di decidere Macerata 2020 e se vi diciamo che questa provincia ha bisogno di un treno urbano, lo diciamo con criterio e utilizzando un linguaggio europeo.

convegno-banca-marche-1-300x200

E’ vero – prosegue Giuliano Bianchi –  lo stare insieme è fondamentale ma sono sempre io a cercare gli altri e ogni volta qualcuno resta fuori, non c’è un soggetto capace di riunire tutti gli altri sugli stessi intenti ed obiettivi. Nel 2005 la Camera di Commercio ha presentato un progetto per lo sviluppo di questo territorio in aree vocate. Ora nel 2010 si parla di macro aree ma sono anni che noi cerchamo la strada.” Bianchi ne ha per tutti: “Anche l’Università deve partecipare ed essere il principale attore di questo progetto. La situazone della Grecia non è così lontana da noi, non possiamo far finta che sia tutto come prima: siamo forse appena fuori dall’occhio del ciclone ma potrebbe riattirarci. Come sistema delle aziende non possiamo aspettarci molto dal Governo che dovrà necessariamente ridurre la spesa pubblica e neanche gli ammortizzatori sociali dureranno a lungo. Sono disperato perchè nessuno in questa provincia reagisce.”

convegno-banca-marche2-300x200

Il Presidente della Camera di Commercio, nel suo accalorato intervento ha anche proposto le soluzioni per questo difficile momento. “Di fronte alla crisi possiamo metterci insieme o avere l’atteggiamento del “si salvi chi può” che è forse quello più praticato ma alla fine perdiamo tutti. Chiedo leader, veri, capaci di far fare alle istituzioni i passi necessari per lavorare insieme abbandonando egoismi e personalismi. Basta con le furbizie e le prepotenze, questo è un territorio vocato al lavoro. Dobbiamo prendere atto dei dati presentati oggi e lavorare per una provincia più europea, più equa, sostenibile e innovativa.” I dati presentati, e di cui bisogna prendere atto, non sono certo rassicuranti. Molti sono gli elementi negativi presentati nella relazione di Annalisa Franceschetti: ” Nel 2009, il fenomeno più manifesto è quello della riduzione del numero delle imprese, in particolare di quelle attive in calo di 250 unità. I cali più rilevanti riguardano il settore agricolo e il manifatturiero mentre resistono i servizi.

convegno-banc-marche3-300x200

Le microimprese costituiscono il 96% delle nostre aziende e occupano 53.074 addetti. Altro dato significativo è il calo delle esportazioni con una contrazione del 21% in linea col dato nazionalev.Il calo ha interessato soprattutto il settore pelli e calzature.” interessanti anche i dati relativi all’agricoltura presentati da Lorenza Natali della Camera di Commercio: “Nel 2009 le imprese agricole sono il 25, 9% del totale, dato in netta diminuzione rispetto a 10 anni fa, vito il calo del terziario. L’agricoltura ha subito una profonda evoluzione che ha portato allo svolgimento di più funzioni, tra queste quella turistica. L’offerta di agriturismo è in crescita costante e qui il turismo ha un trend positivo delle vendite.”

Foto di Guido Picchio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X