I commenti a caldo
dei protagonisti

Il ballottaggio
- caricamento letture

Carancini-festa

di Alessandra Pierini

ed Eros Mandolesi

La sala consiliare del Comune di Macerata e l’ufficio del Sindaco sono stati invasi subito dopo la notizia ufficiale della vittoria di Romano Carancini, dai suoi sostenitori e simpatizzanti. E’ ovviamente soddisfatto per l’affermazione di Carancini anche il sindaco uscente Giorgio Meschini: “Mi auguro che Romano riesca a fare tesoro di questi 130 voti di scarto per conquistarne molti di più fra cinque anni”. Subito dopo il passaggio del testimone, Meschini dà appuntamento a Romano Carancini per mettersi al lavoro già da mercoledì.

Per Adriano Ciaffi “Carancini ha ora un compito in più: quello di ricomporre la comunità maceratese su obiettivi condivisi. La città ha dato un segnale forte del rifiuto del litigio e dell’esasperazione della lotta politica”

Massimiliano Sport Bianchini parla di una “vittoria storica. Dobbiamo interpretare bene il segnale arrivato dalla città e ci aspetta una fase di riformismo”. In merito al suo ruolo, Bianchini afferma “sono nella logica di Romano che è quella di una nuova storia con un lavoro di squadra per dare un senso alla politica in questa città”.

Il presidente della Provincia, Franco Capponi, ha commentato il responso delle urne parlando di “un ottimo risultato politico per il centrodestra. Ora le istituzioni devono fare i fatti: la politica non c’entra più niente. Il mio augurio è che Carancini possa fare un buon lavoro in questa città, perchè c’è davvero tanto da fare”.

Anna Menghi, candidato sindaco del Comitato Anna Menghi e della Lista Lanciani al primo turno, attende con Placido Munafò l’uscita del neo eletto Sindaco Romano Carancini ed è molto critica verso il risultato ottenuto: “Avendo ottenuto il 6% dei voti, non ci sembrava possibile l’apparentamento con nessuno. Era necessario dire ai miei cosa fare e ho scelto il non voto. Sappiamo che Romano è un buon mediano e speriamo riesca a tenere unita la città. Come sempre dobbiamo dire che non ha vinto il centro sinistra ma ha perso il centro destra e il neo sindaco ha vinto con un terzo dei voti.”

Pierpaolo Tartabini, capolista di Sinistra per Macerata, era stato segnalato da indiscrezioni come probabile Assessore della giunta Carancini ma non conferma: “Sono contento del risultato ottenuto, ora dovremo iniziare una discussione interna per capire quali sono le persone migliori da mettere a disposizione del Sindaco. Consideriamo molto importante lo slogan che abbiamo proposto perciò dovremo ragionare e non ci sono nomi scontati.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X