Il Livorno pensa a Jaconi
“E’ difficile rifiutare”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Jaconi

di Andrea Busiello

La Civitanova sportiva si è svegliata stamattina non più guardando i colori rossoblù ma il nero, o meglio il grigio. Un grigio che mette in seria apprensione tutta la Civitanovese. In molti si chiederanno, a ragione veduta, il perchè. Osvaldo Jaconi (nella foto) potrebbe essere il nuovo allenatore del Livorno. Del Livorno? Si, in serie A. Incredibile ma vero. Perchè l’organo di competenza non ha concesso la deroga all’attuale allenatore amaranto, che risponde al nome di Gennaro Ruotolo, di poter allenare nella massima serie e dunque a questo punto sarà necessario affincare a mister Ruotolo un allenatore che possa allenare in serie A e l’ipotesi di mister Jaconi a far coppia con Ruotolo è tutt’altro che una semplice fantasia di fantacalcio. In realtà la situazione è abbastanza chiara e cioè Ruotolo ha messo come primo nome nella lista che ha consegnato al patron amaranto Spinelli quello di mister Osvaldo Jaconi che lo aveva allenato proprio al Livorno anni addietro ed a questo punto con ogni probabilità la società chiamerà proprio lo stesso Jaconi per capire se fosse interessato ad allenare il Livorno in coppia con Ruotolo. Sorgerebbe spontanea la risposta, qual ora ci fosse una chiamata del genere. Come si fa a rifiutare la serie A? Impossibile. Decisamente impossibile. Noi di Cronache Maceratesi con un blitz mattutino di buon ora abbiamo ascoltato proprio il diretto interessato e cioè mister Osvaldo Jaconi che su questa ipotesi ci ha risposto con grande cordialità e franchezza.

Mister ci spieghi meglio quello che sta succedendo. Va ad allenare il Livorno in serie A?

“Io dico solo una cosa: mi auguro di non ricevere nessuna telefonata dalla società Livorno perchè lì sarei veramente in grande crisi. La verità in questa storia è che io Gennaro (Ruotolo) l’ho allenato a Livorno ed abbiamo avuto sempre una grande stima reciproca per cui ora lui mi vorrebbe portare ad allenare in serie A insieme a lui per le note vicende che non gli permettono di allenare nella massima serie”.

E il progetto Civitanovese?

“Sono super entusiasta del progetto Civitanovese e proprio per questo ho sposato in pieno le idee della società e mi auguro di cuore che il Livorno non mi cerchi perchè, come detto sopra sarei in grande crisi. Certo, parliamoci chiaro, rifiutare la serie A sarebbe da pazzi…”.

Ma a questo punto deve prendere in seria considerazione l’ipotesi Livorno. Se Spinelli la chiamasse lei come risponderebbe?

“Dico che ci penserei bene su. Qui a Civitanova sto benissimo ed in più si sta ricreando quel feeling importante con la città che si è riavvicinata alla squadra e dunque io ne sono fiero di fare l’allenatore ma qualora Spinelli mi chiamasse prenderei in seria considerazione l’ipotesi Livorno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X