La Sileoni guarda al futuro:
“Faremo dei cambiamenti”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sileoni-simona

di Andrea Busiello

Il sentimento che si respira in casa Lube dopo la sconfitta contro Piacenza? Delusione, tanta delusione. Per aver capito che Piacenza ha si meritato di approdare in finale ma la Lube dal canto suo ha davvero fatto di tutto affinchè gli emiliani potessero staccare il biglietto per la serie che vale la stagione. Nell’arco della semifinale come non ricordare le chance dilapidate dalla Lube che nella decisiva gara 5 ha addirittura steccato i primi due set. A bocce ferme e con tanto nervosismo ancora nel proprio dna abbiamo sentito la voce della presidentessa del sodalizio cuciniero Simona Sileoni che ovviamente rimarca la comprensibile delusione con la quale si è chiusa l’annata.

Presidentessa, una gara 5 maledetta. Certo però questa Lube deve davvero fare mea culpa per le tante chance buttate all’aria nell’arco della semifinale…

“Si purtroppo è stato proprio così avevamo la finale a portata di mano e non siamo riusciti a raggiungerla. Dispiace perchè abbiamo davvero avuto diverse opportunità nell’arco della serie che potevano farci fare il salto di qualità ed invece è andata male”.

Riesce a dare una spiegazione all’atteggiamento della squadra nei primi due set dell’ultima sfida della serie?

“Francamente non saprei cosa dire perchè poi in campo ci vanno i ragazzi però secondo me l’unica cosa che posso pensare è che in troppi avevano paura di vincere, altrimenti non si spiega aver giocato quei due set a quel livello e poi essere entrati in campo da vera Lube”.

Forse è troppo presto per fare dei bilanci perchè la delusione è ancora tanta ma secondo lei questa Lube che ha portato a casa Supercoppa e Coppa Italia può essere soddisfatta della stagione?

“Diciamo che guardando il bicchiere mezzo pieno non ci si può certo dimenticare di aver vinto questi due trofei e dunque siamo comunque soddisfatti ma altresì è innegabile che la finale scudetto era alla nostra portata ed averla persa in questo modo fa male perchè nel momento clou della stagione si è vista una Lube troppo discontinua”.

Inevitabilmente ora si aprono le porte del mercato. La Lube come si muoverà? E’ vero che Murilo è stato già acquistato?

“Sono domande queste alle quali non posso dare nessuna risposta al momento perchè ci siamo presi dei giorni per riflettere e poi valuteremo con calma le varie situazioni ma di certo qualche movimento verrà fatto. Su Murilo non c’è niente di vero”.

Altre due questioni bollenti: De Giorgi e Paparoni. Come evolveranno?

“De Giorgi ha un altro anno di contratto con noi e dunque ci siederemo al tavolo e vedremo se ci saranno i presupposti per andare avanti insieme. Dalla parte della Lube di certo questa sconfitta non ha pregiudicato la nostra stima nei suoi confronti. Per quanto riguarda Alessandro, lui è un giocatore di nostra proprietà e di certo ci interessa sapere innanzitutto come si riprenderà dall’infortunio ma al momento dire o meno se farà parte della rosa della Lube della prossima stagione è davvero troppo presto”.

Una domanda secca: la Lube prenderà un forte centrale?

“Non saprei. Al momento siamo coperti ma la Lube è una società navigata nel mercato e dunque valuteremo le varie questioni con calma. Come ho affermato in precedenza al momento non ci sono verità: solo ipotesi. Poi quando pianificheremo le strategie di mercato avremo le idee più chiare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X