Furto al presepe di vicolo Consalvi

MACERATA - Rubati i soldi delle offerte. L'opera è stata realizzata con materiali poveri dal commercinate Amedeo Patrassi: «Quello che ferisce è il gesto irrispettoso»

- caricamento letture
presepe-furto-e1702130656598

I pochi centesimi rimasti

Furto tra le statuine del presepe, spariscono i soldi delle offerte. «Quello che ferisce è il gesto irrispettoso». E’ successo ieri pomeriggio nel centro di Macerata. In vicolo Consalvi un commerciante, Amedeo Patrassi, titolare di “Bulli & pupe”, qualche settimana fa ha iniziato a costruire un presepe “povero” utilizzando materiali di scarto, cartone e con questi realizzando un paesaggio di case e colline tra tanto verde e una spolverata di neve.

presepe-furto1-650x465Un modo per abbellire il vicolo dove sono anche arrivate nelle scorse settimane luci e installazioni. A metà del vicolo si può trovare anche il presepe di Patrassi all’interno di un locale. C’è anche un cestino per le offerte da destinare in beneficenza. Il presepe da ieri si può visitare. Aperto alle 14, nel giro di qualche ora diverse persone hanno lasciato la loro offerta nel cestino. «Alle 18, per curiosità, sono andato a rivedere la mia creazione – dice il commerciante –, ma la gioia nel vedere la fila di persone si è subito spenta quando ho visto che nel cestino erano rimasti solamente pochi centesimi quando invece, fino a poco prima, diverse brave persone, che ringrazio, avevano lasciato in offerta qualche decina di euro». Qualcuno nel visitare il presepe, visti i soldi dentro il cesto delle offerte ha pensato, male, di allungare la mano e farsi un regalo invece che consentire con quei soldi di portare un piccolo aiuto a chi ne ha bisogno. «Ciò che più mi ha ferito, non sono ovviamente le poche decine di euro sparite, ma il gesto irrispettoso» conclude Patrassi.

(Gian. Gin.)

presepe-furto-3-584x650



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X