«Employer branding sempre più strategico»
I Giovani Imprenditori di Confindustria
lanciano le sfide del lavoro

ECONOMIA - Il Politeama a Tolentino ha ospitato l'assemblea annuale della categoria che ha affrontato le nuove problematiche offerte dal "new job" alla luce dei cambiamenti sempre più repentini

- caricamento letture
WhatsApp-Image-2023-11-25-at-12.23.20-650x366

Giovani imprenditori di Confindustria Macerata

di Francesca Marsili

Cos’è l’employer branding e quanto è importante per poter attrarre forza lavoro in un momento in cui è sempre più difficile trovare risorse umane. E’ uno degli argomenti trattati ieri sera all’assemblea dei Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata al Politeama di Tolentino. “The new job: le sfide presenti e future del mondo del lavoro”, questo il tema scelto dall’associazione dei Giovani imprenditori maceratesi alla luce di un futuro ridefinito velocemente dalle sempre più frequenti mutazioni che la società impone; un argomento quanto mai attuale in un contesto storico che vede profondamente cambiati i rapporti di lavoro.

Presidente-CastriciniDopo i saluti dell’assessore alle Attività produttive del Comune di Tolentino Fabiano Gobbi è stato il presidente di Confindustria Macerata Sauro Grimaldi ad aprire la discussione. «Oggi occorre comunicare, se non c’è comunicazione non c’è sviluppo. Il mondo è vostro – ha evidenziato Grimaldi rivolgendosi ai giovani imprenditori maceratesi presenti in sala – il passaggio generazionale è complesso, occorre capire come cambierà il mondo del lavoro e sicuramente sarà un cambiamento difficile da interpretare. Lo smart working diventerà la realtà, i servizi dovranno essere diversi e soprattutto occorre capire chi sono i nostri collaboratori. Il problema del lavoro non è tanto trovare il personale, ma trovare quello qualificato per la nostra azienda, quindi la formazione».
Gianni Niccolò direttore di Confindustria Macerata ha esposto alcuni progetti che l’associazione sta sviluppando su tale tematica anticipando: «Stiamo realizzando uno studio di fattibilità per la creazione di una scuola permanente della calzatura». Evidenziando come ad esempio nel comparto della calzatura, dove gli addetti specializzati sono sempre più difficili da reperire, formare nuove figure per sopperire alla carenza diventa una strategia vincente.
Stefano Orlandoni, funzionario di Confindustria Macerata ed esperto di risorse umane ha illustrato il contesto di riferimento specificando le cause che hanno determinato i mutamenti nel rapporto di lavoro. e come ad esempio gli influencer, sempre più utilizzati dalle aziende, possono essere il canale per attrarre i giovani della generazione Z, quelli più rari e importanti per le nostre aziende.
Mariangela Calzati, Hr consultant con 20 anni di esperienza in note società di servizi professionali, ha parlato specificatamente di employer branding, ossia la capacità di essere attrattivo come luogo di lavoro, rappresenta oggi un importante asset strategico per le aziende di ogni dimensione. Saper attrarre talenti e insieme fidelizzare i propri dipendenti grazie a un clima aziendale positivo e a programmi di valorizzazione delle risorse umane è la chiave per crescere come azienda.

E’ stata ancora Calzati a rispondere alla domanda cos’è l’employer branding come asset strategico, ovvero quella strategia di posizionamento dell’azienda non più in relazione ai prodotti e servizi che vende al cliente ma in relazione al clima aziendale e alla propria attrattività come luogo di lavoro. «Secondo alcune analisi il 75% dei potenziali candidati effettua ricerche sulla reputazione dell’azienda prima di candidarsi per una posizione – ha evidenziato – e circa il 70% dei candidati non accetterebbe un’offerta da un datore di lavoro con una cattiva reputazione. Per questa ragione, far emergere chiaramente e saper comunicare quell’insieme di attributi e qualità, spesso intangibili, che definiscono l’immagine e la reputazione dell’organizzazione diventa fondamentale per essere più competitivi nello scenario della ricerca di personale qualificato». Ilenia Montanari, HR di Tecomec Srl, azienda metalmeccanica di precisione e Luca Mari, People & culture director di Simonelli Group Spa che hanno portato la loro testimonianza sul tema. Le conclusioni sono state affidate al presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata Alessio Castricini che ha ringraziato i relatori per le competenze messe a disposizione per poter gestire al meglio le sfide del futuro. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X