Malore nel parcheggio,
grave l’attore Luigi Ciucci.
Il figlio: «Nessuno lo ha soccorso»

CIVITANOVA - L'uomo è stato colpito da un ictus mentre si trovava nell'auto ferma davanti al Cuore Adriatico. Il figlio Marco denuncia l'indifferenza: «E' rimasto per quattro ore con il motore e la radio accesa accasciato sul volante. Era vicino ai carrelli, impossibile che nessuno si sia accorto di nulla. E' una vergogna»

- caricamento letture
luigi-ciucci

Luigi Ciucci

di Laura Boccanera

Malore mentre è in auto, in ospedale gravi condizioni l’attore Luigi Ciucci, 68 anni. «E’ rimasto per quattro ore in auto nel parcheggio senza che nessuno lo abbia soccorso».

A sfogarsi dopo quanto accaduto al padre è Marco, figlio dell’istrionico attore dialettale, regista e scenografo civitanovese che ieri ha accusato un malore mentre si trovava nel parcheggio del Cuore Adriatico. Ciucci ha avuto un ictus che lo ha lasciato privo di sensi ed ora è ricoverato in ospedale. Ma ad indignare il figlio è l’indifferenza di quanti, pur passando di fianco all’autovettura, non hanno dato l’allarme.

Ed è stato per puro caso che lui stesso sia riuscito a rintracciare il padre che era uscito senza cellulare. «Non vedendolo rientrare mi sono preoccupato, e un po’ ad intuito, sapendo che era andato a fare la spesa, sono andato a cercarlo. L’ho trovato nel parcheggio, vicino a Obi, l’auto era in moto, con la radio accesa e lui era riverso sul volante – racconta il figlio – La macchina era vicino ai carrelli, impossibile che nessuno si sia accorto di nulla. Papà è rimasto in auto senza la possibilità di chiedere aiuto e nessuno è intervenuto. Questa indifferenza è una vergogna».

Luigi Ciucci è molto conosciuto a Civitanova: appassionato di teatro dialettale, è direttore artistico della rassegna Caro teatro e promotore dell’associazione Piccola ribalta.


(Clicca qui sopra per ascoltare la notizia in podcast)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X