La Lube c’è, batte Milano
e stacca il pass per i quarti di Coppa Italia

VOLLEY SUPERLEGA - Nel posticipo della 10a Civitanova supera l'Allianz per 3-1 all’Arena di Monza. Bottolo Mvp
- caricamento letture

milano-lube

 

Vittoria cruciale nell’ultima trasferta del girone di andata della regular season per i campioni d’Italia. Sul neutro di Monza, nel posticipo della 10ª giornata della SuperLega, la  Lube Civitanova centra un successo corsaro contro l’Allianz Milano in quattro set (21-25, 25-22, 22-25, 21-25) e blinda la qualificazione ai quarti di  Coppa Italia. Una grande impresa, anche se per accedere agli spareggi del trofeo tricolore da testa di serie, entrando tra le prime quattro formazioni in classifica al giro di boa, i biancorossi dovranno capitalizzare la sfida interna con Siena, valida come recupero dell’8° turno e in programma mercoledì 21 dicembre (ore 20.30) all’Eurosuole Forum.

Nel primo set Milano naufraga per i propri errori, mentre Civitanova sfrutta il servizio e un buon muro-difesa (21-25). Al rientro l’Allianz aggiusta la mira in battuta, attacca con il 62% e si porta sull’1-1 con 7 punti di Ishikawa contro una Lube più fallosa (25-22). Nel cuore del terzo set sembra tutto facile per i campioni d’Italia (64% in attacco), avanti di 6 punti (17-23) con Garcia e Bottolo in campo dall’inizio. Poi Milano trova un’arma in più nella freschezza di Bonacchi e Lawrence (22-23), ma Chinenyeze e De Cecco chiudono i giochi (22-25). In avvio di quarto set i marchigiani sembrano incontenibili (12-17). Anche questa volta Milano non si arrende (16-18), ma gli uomini di Blengini non sbagliano più nulla e chiudono i conti con Garcia (21-25).

Bottolo-con-Milano

Bottolo premiato Mvp

Decisivo ancora una volta il collettivo. La forza di un gruppo in cui, a seconda delle situazioni e grazie alla lettura del proprio tecnico, tutti i giocatori riescono a dare il proprio contributo nei momenti cardine. Se il top scorer è sul fronte opposto, l‘ex centrale biancorosso Vitelli con 18 sigilli, il man of the match in grado di riportare serenità in un momento difficile è Bottolo, premiato Mvp dalla giuria di giornalisti. Con le due squadre pimpanti in attacco ed entrambe ampiamente sopra il 50%, il muro-difesa biancorosso gioca un ruolo determinante nei finali.

Civitanova ha già disputato il match dell’11ª e ultima giornata di andata della regular season, ma devono recuperare il match casalingo con Siena per definire il piazzamento al termine della prima parte di Regular Season. La classifica sarà decisiva anche per l’abbinamento nei quarti di  Coppa Italia.

milano-lube1-650x433

 

La gara –  Lube in campo con De Cecco al palleggio per Zaytsev opposto, Nikolov e Yant in banda, Chinenyeze e Diamantini al centro, Balaso libero. Milano si dispone con l’ex Porro al palleggio per l’opposto Patry, Mergarejo e Ishikawa in banda, lo schiacciatore Ebadipour adattato al centro con l’ex Lube Vitelli, l’ex biancorosso Pesaresi libero.

Avvio di personalità della Lube che serve bene e tocca molto a muro (7-9), ma Milano, non infallibile dai 9 metri, resta a contatto con mestiere. Dalla possibile palla del pari si arriva al +3 cella Lube (12-15) grazie a due block. I biancorossi rischiano, ma mantengono il doppio vantaggio con l’ausilio del Video Check sull’attacco di Yant toccato da Ishikawa (16-18). I campioni d’Italia riallungano con il “rigore” di Nikolov, il muro di Zaytsev e l’attacco out dei rivali (17-22). Sul 18-22 Fusaro fa il suo esordio in maglia Allianz. Nel finale Milano ci prova con l’ace di Porro (20-23), ma la Lube passa alla seconda palla set sull’errore al servizio di Mergarejo (21-25). Nonostante gli straordinari dell’ex biancorosso Vitelli (6 punti con il 100%) e gli attacchi di Milano, la Lube sfrutta i 12 errori avversari e lavora bene sia dai 9 metri sia nel muro-difesa.

Il secondo set si apre punto a punto, ma Milano gira al servizio e va in doppio vantaggio, complice l’attacco out di Zaytsev (12-10). Civitanova rientra subito in gara con l’ace di Yant (15-15). Milano non la prende e va sul +3 (errore biancorosso al servizio, attacco out di Nikolov e ace di Porro per il 18-15). Sul 19-17 Blengini inserisce Garcia e Bottolo, ma Milano avanza con un grande contributo di Vitelli (22-17). I marchigiani rosicchiano qualche punto (23-20) e mettono paura ai rivali (24-22), ma Mergarejo chiude i conti (25-22). Decisivi i 7 punti di Ishikawa, il 62% di efficacia di Milano e i 7 errori della Lube.

milano-lube2-650x433

 

Nel terzo set tra i biancorossi partono con Garcia opposto e Bottolo con Nikolov in banda. Dopo una fase di studio con imprecisioni da ambo le parti, con Nikolov al servizio la Lube firma tre break grazie a Chinenyeze, che si esalta a muro contro la sua ex squadra, e a Bottolo, bravo a finalizzare (12-16). Applausi a scena aperta anche per le difese di Balaso e di D’Amico, inserito più volte nel match. Piazza si gioca la carta Piano a muro, ma la Lube governa il set (16-19) e aumenta il divario trovando il vantaggio massimo sull’attacco di Nikolov (17-23). Per il team lombardo entrano Bonacchi e Lawrence, che si presentano bene. Sull’ace di Ishikawa e il colpo di Vitelli (21-23) Blengini si gioca il secondo time out in pochi minuti. Civitanova si risveglia con un mani out, ma un controverso Video Check assegna il punto a Milano (22-23). Il primo tempo di Chinenyeze e il muro di De Cecco vanificano la rimonta milanese (22-25) in un set che vede Garcia siglare 6 punti con il 67% di efficacia.

Il quarto set si apre con Anzani nel sestetto e l’iniziativa costantemente per i biancorossi (6-9), che carburano subito con Garcia (7-11) e approfittano dei colpi forzati di Milano (8-13). Piazza punta ancora sui giovani Bonacchi e Lawrence, ma i cucinieri sono in palla (12-17). Nel suo miglior momento, Civitanova accusa un breve passaggio a vuoto (16-18). Il team lombardo si illude, ma i giovani biancorossi rialzano i giri e chiudono con un bolide di Garcia (21-25).

Blengini-

Coach Blengini

ALLIANZ MILANO: Mergarejo 8, Lawrence 1, Bonacchi, Vitelli 18, Fusaro, Patry 14, Piano, Ishikawa 17, Porro 3, Colombo ne, Pesaresi, Ebadipour 8. All. Piazza

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 10, Sottile ne, D’Amico, Balaso (L), Zaytsev 7, Chinenyeze 14, Nikolov 14, Diamantini 3, Gottardo, Ambrose (L) ne, De Cecco 4, Anzani, Bottolo 11, Yant 4. All. Blengini

Arbitri: Brancati (PZ) e Cerra (BO)

Parziali: 21-25 (27’), 25-22 (27’), 22-25 (30’), 21-25 (25‘). Totale 1 h 49’.

Milano: 22 battute sbagliate, 6 ace, 2 muri vincenti, 55% in attacco, 48% in ricezione (17% perfette).

Civitanova: 15 battute sbagliate, 4 ace, 7 muri, 57% in attacco, 37% in ricezione (21% perfette). Spettatori: 2.462. MVP: Bottolo.

 

Lube-4

Lube-5-612x650

 

Lube a casa di Milano nel posticipo, Zaytsev: «Coppa Italia, dobbiamo qualificarci: Fabio Giulianelli ne sarebbe felice»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X