I 30 anni della Fondazione Carima
«Quello che ci muove
è l’amore per la provincia» (Foto)

MACERATA - L'evento oggi pomeriggio al Lauro Rossi. Presentata la pubblicazione "Architettura nel maceratese fra medioevo e Novecento" del professor Cristiano Marchegiani. La presidente Rosaria Del Balzo Ruiti: «Sono 90 i milioni di euro riversati sul territorio e 3mila i progetti finanziati. Siamo stati vicini a tutti»
- caricamento letture
FondazioneCarima_FF-15-650x434

La presentazione al Lauro Rossi

di Alessandra Pierini (foto di Fabio Falcioni)

“L’arte, oro della provincia di Macerata”. È questo il messaggio promosso dalla Fondazione Carima che ha festeggiato il trentennale con un evento al teatro Lauro Rossi di Macerata e con la pubblicazione “Architettura nel maceratese fra medioevo e Novecento” del professor Cristiano Marchegiani.

FondazioneCarima_FF-17-325x217

Rosaria Del Balzo Ruiti

A parlare del nuovo ruolo della Fondazione, è stata la presidente Rosaria Del Balzo: «Sono 90 i milioni di euro riversati sul territorio e 3mila i progetti finanziati. Siamo stati vicini a tutti. Dopo il contraccolpo economico di Banca Marche, non ci siamo abbattuti, questo anche grazie alla nuova governance che rappresento e fatto da persone della società civile. Ci siamo rimboccati le maniche facendo diventare la fondazione un hub, i nostri uffici sono un salotto dove raccogliamo desideri e progettualità, cercando di diventare anche noi progettisti». Sottolineando l’opera di valorizzazione della cultura, del welfare e della sanità, oltre che la condivisione sociale «per lasciare una provincia più bella alle nuove generazioni. Quello che ci muove – ha aggiunto – è l’amore per le persone, la comunità e la provincia».

FondazioneCarima_FF-18-325x217

Marco Frittella

A sostenere le scelte della Fondazione, Marco Frittella, direttore Rai Libri e autore del libro “L’oro d’Italia” che ha sottolineato: «Una singola provincia motiva una trilogia su paesaggio, opere d’arte e architettura e migliaia e migliaia di pagine. Il patrimonio culturale e storico del paese non è solo l’anima ma anche l’occasione di crescita economica e sociale. Non va ingessato come fosse una mummia ma fatto vivere».

FondazioneCarima_FF-19-325x217

Cristiano Marchegiani

La pubblicazione presentata questa sera è la terza di una trilogia che nel 2003 ha affrontato il tema del paesaggio, nel 2018 quello delle opere d’arte e ora l’architettura. Ad affrontarlo il professor Marchegiano che legge gli edifici non solo dal punto di vista materiale perché ogni edificio è legato ad una complessità di rapporti maestranze, committente e fruitori: «Non è una storia dell’architettura ma tante storie, ognuna più o meno approfondita». Sul palco anche il segretario della Fondazione Gianni Fermanelli: «Con i miei 25 anni in fondazione – ha detto – ne sono il dinosauro». Ha quindi ringraziato tutti quanti collaborano in mille modi con la Fondazione. Ha presentato la serata il conduttore Rai Paolo Notari.

FondazioneCarima_FF-13-650x433

FondazioneCarima_FF-12-650x434

FondazioneCarima_FF-11-650x434

FondazioneCarima_FF-10-650x434

In platea: il prefetto Flavio Ferdani, il vescovo Nazzareno Marconi, il questore Vincenzo Tromabadore e il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dei carabinieri

FondazioneCarima_FF-9-650x434

FondazioneCarima_FF-8-650x434

Il consigliere regionale Romano Carancini con gli assessori Paolo Renna e Francesca D’Alessandro

FondazioneCarima_FF-7-650x434

Il sindaco Sandro Parcaroli con la direttrice dell’Av3 Daniela Corsi

FondazioneCarima_FF-6-650x434

Il direttore artistico dello Sferisterio Paolo Pinamonti (a sinistra) con l’assessore Katiuscia Cassetta e il neo sovrintendente dell’Arena Flavio Cavalli

FondazioneCarima_FF-5-650x434

La stretta di mano tra Sandro Parcaroli e il neo sovrintendente dello Sferisterio Flavio Cavalli. Con loro Katiuscia Cassetta e Paolo Pinamonti

FondazioneCarima_FF-4-650x434

FondazioneCarima_FF-3-650x434

Vando Scheggia e Rossella Ghezzi, presidente e direttore dell’Accademia di belle arti

FondazioneCarima_FF-1-650x434

Flavio Cavalli e Paolo Pinamonti

“Altri Luoghi”, Palazzo Ricci riapre con un viaggio nel patrimonio nascosto

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X