Abamc, un’Accademia multifaccia
«C’è bisogno di leggerezza
per affrontare le sfide del futuro»

MACERATA - Presentata la campagna promozionale per le iscrizioni all’anno accademico 2022-23 dell'Accademia di belle arti, che quest'anno compie anche 50 anni. La prof Simona Castellani, la direttrice Rossella Ghezzi e i ragazzi che hanno ideato la grafica hanno mostrato le immagini scelte
- caricamento letture
abamc

La presentazione della campagna Abamc

di Mauro Giustozzi

Manifesti, biglietti, magliette, spille, cartoline, agende, borracce, con impressi volti di studenti dalle svariate sfaccettature e dove campeggia il simbolo Abamc ed il logo del cinquantesimo anniversario dalla fondazione dell’Accademia di Belle Arti di Macerata. Presentata stamattina presso l’auditorium Joseph Svoboda di via Berardi la campagna promozionale per le iscrizioni all’anno accademico 2022-23. Per il quarto anno consecutivo protagonisti studentesse e studenti dell’Accademia, del secondo anno del triennio del corso di Graphic Design che guidati dalla professoressa Simona Castellani, con Ludovica Innocenti, hanno studiato, progettato l’immagine che meglio rappresenta l’offerta formativa dell’Accademia.

Da-sx-Castellani-e-Ghezzi

Simona Castellani e Rossella Ghezzi

«Studiare, fare ricerca, analizzare progettare e comunicare sono parole chiave che hanno pilotato questo percorso didattico, finalizzato a proiettare i ragazzi dalla mera esperienza formativa teorica a quella professionale e pratica  –ha ribadito la direttrice di Abamc, Rossella Ghezzi- E’ il quarto anno consecutivo che questa campagna promozionale è progettata, ideata e realizzata dai nostri studenti che hanno proposto queste immagini che d’ora in avanti saranno diffuse sui vari mezzi di comunicazione. Delegare agli studenti la progettazione della campagna di orientamento ha molti significati. Si tratta di farsi carico dello studio di un’immagine, un linguaggio capace di essere attrattivo e attraente verso i propri coetanei senza dimenticare l’autorevolezza dell’istituzione nella quale studiano e si formano. Un linguaggio, proprio perché nato da questi giovani studenti, fresco, cucito sul loro sentire e vivere l’Accademia. L’aver lavorato prima singolarmente e poi in gruppo rappresenta un momento importante sia degli studi che stanno svolgendo che anche in una chiave futura di vita lavoro. Vogliamo che gli studenti siano sempre protagonisti dentro l’Accademia di Belle Arti e anche questa campagna iscrizioni lanciata proprio grazie ai ragazzi del corso di Graphic design ne rappresenta bene uno degli indirizzi che portiamo avanti da sempre».

I protagonisti della campagna sono stati in gran parte presenti al lancio della nuova comunicazione istituzionale di Abamc: sono Jacopo Bartolucci (biennio), Valeria Casimirri, Nicolas Consoli, Natalia Curri, Federica Ficocelli, Alessio Gomez Molina, Gabry Priori a cui si aggiunge la partecipazione di Sophia Antognozzi e Sirio Aureli che hanno voluto raccontare ai futuri compagni il senso individuale dello stare in Accademia. Con questa nuova campagna iscrizioni 2022-23 i ragazzi hanno voluto mettersi in gioco e mettere in gioco l’immagine dell’Accademia di Belle Arti.

Due-dei-manifesti-della-campagna-1-225x400«Questi ultimi anni non sono stati semplici per tutto quello che è avvenuto col covid e per il distanziamento che c’è stato anche tra gli studenti –ha detto la professoressa Simona Castellani- finalmente quest’anno siamo potuti tornare a lavorare in presenza e grazie agli studenti del biennio che sono stati coinvolti è stato accolto il loro pensiero singolo e poi collettivo da cui è scaturita questa campagna legata alle iscrizione per il nuovo anno accademico. La nuova campagna è strutturata sull’immagine di tanti volti che rappresentano la comunità accademica, volti di studenti e studentesse dalle molteplici sfaccettature, ciascuno con la propria identità ma in continua evoluzione nello stare in Accademia. I volti di questa campagna non sono sempre gli stessi, mutano e si modificano grazie al gioco di diversi elementi grafici e modulari che permettono molteplici variazioni. Ci sono nelle quattro cartoline inserite nella campagna la suddivisione in altrettanti Dipartimenti di Abamc, con un colore diverso che li identifica. Possiamo dire che siamo un Accademia multifaccia, siamo tante cose e tanti corsi diversi, e chi verrà agli open day che organizzeremo potrà portare via con se del materiale che sarà informativo ma anche gadget da collezione da conservare. La scelta sia della grafica che dei colori invita anche al divertimento in un tempo purtroppo cupo in cui c’è necessità, bisogno, di leggerezza per affrontare le sfide che il futuro ci pone di fronte».

Il lavoro che ha portato poi a questa campagna iscrizioni 2022-23 è partito dagli otto ragazzi che prima hanno lavorato singolarmente e poi messo in comune le idee maturate. Le più simili sono state portate avanti fino a giungere a tre proposte finali tra cui scegliere quella che sarebbe stata poi la campagna di comunicazione di Abamc. «Nel manifesto così come in tutti i gadget della campagna iscrizioni dell’Accademia –ha concluso la direttrice Rossella Ghezzi- si trova in bella vista anche il logo del 50esimo anniversario della fondazione di Abamc che risale al 1972: da questo momento inizia anche il percorso che porterà a celebrare questo traguardo molto importante per la nostra Accademia ma credo anche per la stessa città dove è nata ed alla quale regala lustro e la presenza di oltre mille studenti che frequentano i nostri corsi».

 

Gli-studenti-che-hanno-realizzato-la-campagna



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =