Digitalizzazione di testi antichi,
l’Accademia Georgica
al Salone del libro

TREIA - Dal 19 al 23 maggio sarà presente a Torino per presentare un’esperienza innovativa, grazie alla pubblicazione di “L'Accademia Georgica e i saperi del tempo, dalla ricerca delle tecniche agricole alla digitalizzazione del patrimonio librario antico”
- caricamento letture

 

13-325x244Dal 19 al 23 maggio l’Accademia Georgica di Treia sarà presente con una sua pubblicazione al Salone internazionale del libro di Torino, nello stand della regione Marche. Per l’istituzione treiese un’occasione per presentare un’esperienza innovativa, cioè la digitalizzazione di testi antichi. L’Accademia Georgica, da tempo e nel limite delle risorse economiche disponibili, ha avviato una procedura volta alla messa in sicurezza e al riordino dell’intero patrimonio archivistico, librario e artistico, utilizzando sistemi convenzionali, anche informatici, finalizzati non solo alla tutela ma anche alla sua maggiore e moderna fruibilità.

15-325x244«Questo progetto ha allargato la visibilità della Georgica e del patrimonio in essa contenuto, aumentando quantitativamente e qualitativamente il bacino di utenza – si legge nella nota dell’Accademia -. In particolare, oltre ai servizi tradizionali legati alla consultazione fisica del patrimonio librario e archivistico, l’Accademia da qualche anno eroga innovativi servizi online attraverso consultazioni virtuali. Sin dal 2003 ha provveduto, in stretta collaborazione con il Comune e l’Università di Macerata, alla catalogazione del materiale librario, aderendo al Polo Bibliotecario Maceratese gestito dallo stesso ateneo, dalla Provincia e in particolare dalla Regione. Il progetto è stato sostenuto da fondi destinati e resi disponibili dall’amministrazione comunale. Nel 2014 ha avviato la procedura di digitalizzazione di 9.560 volumi su 15.000 custoditi. In seguito, l’Accademia ha cercato la collaborazione dell’Università di Camerino. Il rettore Claudio Pettinari, nel condividere l’iniziativa, ha messo a disposizione il professor Andrea Polini, docente della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’ateneo camerte, e tre laureandi. Gli stessi studenti, nell’ambito di un Tirocinio Formativo e di Orientamento, hanno realizzato un progetto finalizzato alla rielaborazione dei software. Il progetto si è sviluppato nel contesto di una tesi di laurea presentata ufficialmente il 31 ottobre 2018 e continua ancora con lo sviluppo da parte dei tre neo dottori il beta testing da parte dell’Accademia. Da questa collaborazione è nata anche l’intenzione di riprogettare lo stesso scanner planetario con delle modifiche volte a migliorare e semplificare l’esperienza lavorativa nella fase della digitalizzazione. Il software in via di sviluppo, BooKeeper, oltre all’azione di post-produzione si occupa anche della digitalizzazione dei testi sfruttando la possibilità di ritagliare e raddrizzare le immagini al volo (appena acquisite) velocizzando ulteriormente il flusso di lavoro. Altro aspetto cruciale del progetto è stato quello di automatizzare anche il salvataggio, l’archiviazione e la condivisione del materiale digitalizzato – aggiunge la Georgica -. Vicini alla conclusione dei lavori, rallentati sia degli eventi sismici che dalla pandemia, si è voluto realizzare un’apposita pubblicazione a testimoniare questa buona pratica che ha visto in particolare come attori sia alcuni soci volontari dell’Accademia che diversi giovani.

17-325x244La pubblicazione dal titolo “L’Accademia Georgica e i saperi del tempo, dalla ricerca delle tecniche agricole alla digitalizzazione del patrimonio librario antico”, edita dalla Georgica e realizzata grazie al contributo concesso dal Ministero della Cultura «intende sottolineare soprattutto la possibilità di allargare l’utenza ad un pubblico eterogeneo, non solo del settore scientifico, che ha così la possibilità di consultare liberamente (quando e dove vuole) i testi in formato digitale – conclude la nota -. Intende, inoltre, divulgare questa esperienza anche a livello nazionale, gestita direttamente dall’Accademia attraverso l’utilizzo di giovani e di soci volontari, finalizzata a dimostrare che con modeste risorse economiche è possibile valorizzare le grandi risorse culturali locali».

Copertina-Laccademia-georgica-e-i-saperi-del-tempo-12-650x446



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =