Lube, addio alla Coppa Italia
dopo 12 Final Four consecutive:
Milano vince 3-1 a Civitanova

VOLLEY - I biancorossi, privi di Juantorena, Kovar, Anzani e Jeroncic, erano vincitori delle ultime due edizioni del trofeo tricolore: escono di scena dalla fase decisiva che si disputerà il 5 e 6 febbraio a Bologna al termine di una prova negativa
- caricamento letture

 

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-4-650x433

I tifosi della Lube oggi all’Eurosuole Forum

di Mauro Giustozzi (foto di Federico De Marco)

Lube fuori dalla final four di Coppa Italia. Una Milano attenta e concentrata impone un pesante stop ai cucinieri che sono stati sempre in grande affanno, eccezion fatta nel set vinto. Patry, Jaeschke e il giovane Porro e Ishikawa tra i protagonisti del successo lombardo.

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-7-325x216Nelle file locali il generoso Simon e uno Zaytsev cresciuto col passare dei set non sono bastati a coprire una prova negativa. Priva di tanti infortunati, da Juantorena a Kovar fino a quelli dell’ultim’ora Anzani e Jeroncic i biancorossi hanno pagato anche lo sforzo della trasferta di Champions infrasettimanale. I cucinieri, vincitori delle ultime due edizioni del trofeo tricolore escono di scena dalla Final Four che si disputerà il 5 e 6 febbraio a Bologna, nella semifinale Milano troverà Trento. Dopo dodici partecipazioni consecutive alla Final Four e cinque finali disputate la Lube viene estromessa da Milano che raggiunge per la prima volta, nella storia di questa attuale società, tale prestigioso traguardo. Lo fa con merito al termine di una partita giocata meglio in tuti i fondamentali rispetto agli avversari, con prestazioni singole di grande spessore come quella del giovanissimo palleggiatore Porro, del centrale Piano e soprattutto di Chinenyeze e Jaeschke. Oltre al collaudato Patry mvp della partita. Civitanova ha forse pagato la lunga trasferta in Polonia per la Champions League, sicuramente la serata storta di molti giocatori, Yant su tutti. A salvarsi sono stati il generoso capitano Simon oltre ad uno Zaytsev che ha lottato fino alla fine ed è risultato il top scorer della gara. Troppo poco, però, per frenare questa Milano così determinata ed autorevole come forse non mai in passato.

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-3-325x216Nella Lube all’assenza degli infortunati di lungo corso Juantorena e Kovar si aggiunge quella di Anzani che si è fermato durante l’allenamento di sabato con lo staff medico che ha riscontrato una elongazione muscolare al braccio destro con tempi di recupero dai cinque ai sette giorni che gli faranno saltare le prossime sfide contro Piacenza e Monza: così in panchina siede il giovane centrale Ambrose con Diamantini schierato al fianco di Simon al centro. Assente all’ultimo anche il giovane Jeroncic. Allianz invece al completo. Dopo i primi scambi prova il primo strappo Civitanova con l’attacco di Zaytsev e il muro di Diamantini cui risponde però fulmineamente il sestetto di Piazza (5-5). Un paio di errori dei lombardi accoppiati a due punti consecutivi di Lucarelli consentono alla Lube di allungare sul 10-7. Il servizio di Ishikawa dà fastidio ai marchigiani e riporta in scia l’Allianz che però si infrange sugli attacchi di Lucarelli e Simon che ristabiliscono le distanze. In questo tira e molla gli ospiti si affidano soprattutto Ishikawa e Piano si esaltano ma è il muro (5 i blocchi nel set) di Chinenyeze a regalare il 15-15 all’Allianz. Sfida che si incanala sul punto a punto, con il muro Allianz che fa molto male alla Lube: l’attacco d Patry vale il primo vantaggio di Milano (19-20) l’ace di Jaeschke (autore di 6 punti) regala due set ball all’Allianz che chiude alla prima occasione col muro di Chinenyeze.

eurosuole-forumNel secondo la reazione biancorossa passa soprattutto dalle mani di Simon con due ace e un attacco che scava l’11-8: non si disunisce la squadra di Piazza che punto dopo punto risale tornando in scia dei padroni di casa. Lube che si appoggia ancora sul suo capitano Simon e sullo ‘Zar’ per ristabilire le distanze (16-11) e poter da quel momento viaggiare senza troppi affanni verso il parziale che riporta in perfetto equilibrio la sfida che vale la semifinale di coppa. Allianz concentratissima in avvio di terzo con il 3-8 che piazza grazie ai turni di servizio vincenti di Ishikawa e Patry che costringe Blengini a chiamare il time out tecnico. La risalita dei tricolori arriva dal servizio di Zaytsev e dai muri che subisce Ishikawa (7-9). Sono bordate dai nove metri stavolta con Porro protagonista che rilancia i suoi e ricaccia indietro la Lube. La ricezione Lube è bombardata dalla battuta lombarda con l’ace di Patry che vale l’11-16: marchigiani in grande difficoltà nel trovare risposte in attacco mentre tuto funziona a meraviglia nel sestetto di Piazza che fa a conquistarsi con merito il parziale.

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-2-325x216Civitanova costretta a vincere per giocarsi la qualificazione al tie break: avvio difficoltoso del set ma il turno al servizio di Simon riporta i tricolori a contatto con Milano. Civitanova non sfrutta il break del 10-7 ed allora la sfida si gioca punto a punto. Zaytsev è l’anima dei tricolori che provano ancora ad allungare, ma sono ancora le troppe imprecisioni marchigiane ed un’Allianz che non molla nulla a ribaltare la situazione (17-17). Esce uno Yant in serata negativa per Marchisio. Il turno al servizio di Porro è letale per la Lube che incassa un pesante 19-22: l’errore di Simon lancia la volata di Milano verso la final four di Coppa Italia. Civitanova ha solo la forza di annullare quattro palle match agli avversari che chiudono con i punti di Porro e Jaeschke tra i migliori in assoluto. Mercoledì sera Civitanova ancora in campo a Piacenza per il recupero della Superlega.

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-1-325x216Il tabellino:

CIVITANOVA – MILANO 1-3 (22-25, 25-19, 20-25, 27-29)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Diamantini 10, De Cecco, Lucarelli 12, Simon 12, Zaytsev 23, Yant 11; Balaso (L), Garcia, Sottile, Marchisio. NE.: Ambrose, Penna. All. Blengini.
ALLIANZ MILANO: Ishikawa 9, Chinenyeze 15, Patry 15, Jaeschke 18, Piano 10; Pesaresi (L), Daldello, Romanò 1. NE.: Stanforini (L), Maiocchi, Djokic. All. Piazza.
ARBITRI: Lot e Canessa.
NOTE: spettatori 1093, incasso di 14839,41 euro. Durata set: 29’, 23’, 26’, 38’ totale 116’. Civitanova: battute sbagliate 15, vincenti 2, muri 7, errori 25. Milano: bs. 15, v. 5, m. 11, e. 26.

 

lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-8-650x433lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-6-650x433lube-volley-allianz-milano-civitanova-FDM-5-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1