Stalking dalla cella dopo il tentato omicidio:
la vittima conosciuta trent’anni prima

CAMERINO - Sotto accusa al gup del tribunale di Macerata un uomo di 58 anni. Nel 2019 era stato arrestato dopo che era andato al Sottocorte village con un coltello e aveva cercato di entrare nel bagno dove lei si era barricata (per quel fatto è stato condannato a 8 anni lo scorso settembre). Per un errore, l'uomo è venuto a conoscenza dell'indirizzo della donna e ha iniziato a scriverle dal carcere
- caricamento letture
accoltellamento-sottocorte-camerino-2-650x457

Luca Vincenzo Di Luca entra al negozio del Sottocorte village

 

di Gianluca Ginella

Stalking dal carcere, tra cartoline, lettere e telegrammi. A distanza di circa trent’anni da quando aveva avuto una relazione con una donna, e dopo essere stato arrestato per l’accusa di aver tentato di ucciderla (fatto per cui è stato condannato in primo grado al tribunale di Macerata a 8 anni), il 58enne Luca Vincenzo Di Luca, avrebbe continuato a cercarla. Complice una svista sulla notifica di un atto che era stato inviato in carcere all’uomo (che si trovava a Montacuto di Ancona, ora invece è a Marino del Tronto) in cui compariva l’indirizzo della donna, che vive a Camerino. E così avrebbe ripreso a scriverle, dicendole di amarla, chiedendole di sposarlo (questo tra il novembre e il dicembre del 2019).

federica-squadrini

L’avvocato Federica Squadrini

Le avrebbe mandato delle cartoline, delle lunghe lettere in cui diceva di amarla, in cui le chiedeva di sposarlo o diceva frasi come: “Ti penso sempre, mi manchi. Vienimi a trovare”.

L’uomo nel corso di tanti anni non ha mai smesso di pensare alla donna con cui ai tempi dell’università aveva avuto una relazione (all’epoca, nei primi anni Novanta, lui studiava a Camerino, salvo poi lasciare l’università). Il 7 maggio 2019 è avvenuto l’episodio che lo ha portato in carcere: quel giorno l’uomo è partito da Montesilvano e ha raggiunto Camerino con l’intenzione di vedere la donna che ha un negozio al Sottocorte village. Lei quando lo ha visto arrivare, spaventata, si è chiusa in bagno. Nel negozio l’uomo ha ferito alla mano una commessa, poi ha conficcato il coltello nella porta del bagno e ha cercato di aprirla, urlando che l’avrebbe ammazzata (questo gli contestava l’accusa).

luca-belardinelli

L’avvocato Luca Belardinelli

Al negozio sono arrivati i carabinieri e Di Luca, dopo aver estratto il coltello dalla porta del bagno ha cercato di aggredire un maresciallo, sferrandogli un fendente ma non riuscendo a colpirlo. A quel punto è stato arrestato. Per quei fatti l’uomo è stato condannato a 8 anni lo scorso 22 settembre. In seguito sono poi avvenuti i nuovi presunti episodi di stalking che hanno portato all’udienza che si è svolta questa mattina davanti al gup Claudio Bonifazi del tribunale di Macerata. Il giudice aveva disposto una perizia, affidata a Gianni Giuli, in cui l’uomo viene valutato parzialmente capace di intendere e volere. Il legale di Di Luca, l’avvocato Federica Squadrini, ha presentato una perizia di parte in cui si sottolineava come l’uomo non fosse in grado di partecipare al processo. Il giudice ha però ritenuto che Di Luca sia in grado di partecipare e l’udienza è stata poi rinviato all’8 febbraio per fare il processo con rito abbreviato. Al processo è parte civile la donna vittima dei presunti episodi di stalking, assista dall’avvocato Luca Belardinelli.

 

 

Tentato omicidio al Sottocorte, 58enne condannato a 8 anni

Aggressione al Sottocorte village, 56enne condannato a tre anni e otto mesi

«Io, aggredita al Sottocorte village vivo “agli arresti” da 25 anni» Le amiche in aula col nastro rosso

 

Accoltellamento al centro commerciale: arrestato un 55enne (Video)

 

Accoltellamento al Sottocorte village, il 55enne resta in carcere

 

Choc al centro commerciale, l’arresto dell’accoltellatore in un video

 

«Mi perseguita da più di vent’anni» Choc dopo l’accoltellamento

 

Tentato omicidio al Sottocorte village, l’imputato farà il rito abbreviato



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X