Settimo sigillo Lube,
tutto facile con Ravenna

CIVITANOVA - Trascinati da Yant (top scorer) e Garcia (mvp) i ragazzi di Blengini vincono 3 a 0 e infilano il settimo successo consecutivo in Superlega
- caricamento letture

Abbraccio-Lube

 

di Mauro Giustozzi

Basta poco più di un’ora alla Lube per liquidare la pratica Ravenna in un testacoda senza storia che ha visto la formazione di Chicco Blengini avere nettamente la meglio al cospetto di un avversario che ci ha messo volontà ed impegno ma la cui cifra tecnica, di esperienza, di potenza è troppo lontana da quella dei tricolori. In cui hanno brillato i giovani attaccanti Yant (top scorer) e soprattutto Garcia, l’opposto votato mvp della gara e cecchino infallibile al servizio con i 5 ace realizzati e la costante pressione sulla ricezione romagnola. Positiva anche la gestione di De Cecco ed i centrali sempre presenti, con Anzani sugli scudi grazie anche ai 4 muri vincenti quasi la metà di quelli realizzati dalla sua squadra. Tra le fila ospiti in evidenza le prove di Vukasinovic e Klapwijk. Per Civitanova è il settimo successo consecutivo in Superlega ottenuto con un assetto fortemente rimaneggiato per infortuni e scelte tecniche.

Festa-dopo-il-puntoLa sfida mette di fronte due squadre separate da 21 punti in classifica e, sulla carta, il pronostico in partenza appare scontato. Come poi si rivelerà in campo. Aria di turn over nella squadra marchigiana che, oltre a Juantorena, concede un turno di riposo anche a Simon e Kovar schierando l’ex Diamantini e Yant. Avvio di gara con le squadre che spingono subito in attacco con Civitanova che prova la fuga con il 6-2 di Anzani e Garcia costringendo subito il tecnico Zanini a fermare il gioco. Dal quale riemerge una Consar che accorcia il distacco dagli avversari grazie all’ace di Erati: non si scompone affatto la squadra marchigiana che sfrutta anche gli errori romagnoli per allungare sull’11-7. Tricolori in controllo del set grazie a contrattacchi precisi ed anche ai troppi errori degli avversari che spesso forzano il colpo regalando punti così a Civitanova. Se anche De Cecco si permette il lusso di schiacciare su una ricezione sbagliata della Consar allora si può capire come il parziale si avvii rapidamente ad un epilogo mai in discussione con i padroni di casa che, a loro piacimento e senza dover alzare eccessivamente i ritmi di gioco e la pressione, portano a casa un parziale dominato sempre più col passare dei minuti di gioco.

Attacco-Yant-2-325x217Avvio del secondo con risposta d’orgoglio di Ravenna che con Vukasinovic e Klapwijk fanno male alla Lube e guadagnano un incoraggiante e illusorio 3-7: fino a quando non va in battuta Garcia che con una serie impressionante demolisce la ricezione romagnola e consente, con un break di 5-0, di rovesciare completamente il punteggio riportando in equilibrio il set. Ammirevole la Consar nella volontà di tenere testa ai campioni d’Italia, grazie ad un servizio più efficace rispetto al set precedente, ma è ancora la premiata ditta Yant (in attacco) e Garcia al servizio (due ace) a siglare il break che vale il 17-14 marchigiano. Un duro colpo per Ravenna che stavolta non riesce più a rialzarsi mentre Civitanova mantiene lucidità e concentrazione nel portare a casa anche questo secondo parziale più combattuto rispetto al precedente ma nel quale Ravenna non ha mai dato la sensazione di poter veramente riuscire a spuntarla. Nel terzo è ancora la Lube a partire a razzo (5-1). Consar che non ci sta a uscire di scena in questo modo ed ha una reazione d’orgoglio che riporta il parziale in assoluto equilibrio. E’ ancora una volta il turno al servizio dell’opposto Garcia (altri due ace) a spezzare le speranze di Ravenna (10-5) di poter allungare il match. Lube che resta attenta sui tentativi romagnoli e confeziona altri tre punti pesanti per restare al vertice della classifica. Lube che tornerà in campo domenica prossima nella trasferta di Cisterna, ultima sfida in Superlega prima della partecipazione al Mondiale per club in Brasile.

Muro-LubeCIVITANOVA – RAVENNA 3-0 (25-18, 25-19, 25-16)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Diamantini 5, De Cecco 2, Lucarelli 5, Anzani 9, Garcia 14, Yant 15; Balaso (L), Marchisio, Penna. NE.: Kovar, Simon, Sottile, Juantorena, Jeroncic (L). All. Blengini.
CONSAR RCM RAVENNA: Ljaftov 1, Comparoni 5, Klapwijk 12, Vukasinovic 11, Erati 5, Biernat; Goi (L), Queiroz Franca 1, Ulrich 3, Orioli. NE.: Pirazzoli (L), Dimitrov, Candeli, Fusaro. All. Zanini.
ARBITRI: Pozzato e Giardini.
NOTE: spettatori 1166, incasso di 15144,41 euro. Durata set: 25’, 26’, 24’ totale 75’. Civitanova: battute sbagliate 9, vincenti 7, muri 9, errori 15. Ravenna: bs. 17, v. 5, m. 2, e. 25.

Attacco-Lucarelli

Abbraccio-stretto

De-Cecco-riflessivo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X