Tari, sconti per l’emergenza Covid
Il Consiglio dà il via libera

SAN SEVERINO - Riduzioni sulla tassa rifiuti: 70% per le utenze non domestiche, fino al 33% per quelle domestiche
- caricamento letture
Piermattei-Rosa-sindaco-e1602502681761-325x267

La sindaca Rosa Piermattei

 

Il Consiglio comunale di San Severino ha approvato le riduzioni Tari per l’anno 2021 a favore delle utenze domestiche e non domestiche per l’emergenza sanitaria da Covid che sono state rideterminate dopo l’emanazione del decreto di riparto adottato dal ministero dell’Interno, di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, grazie al quale sono stati assegnati al Comune 127mila 548 euro finalizzati esclusivamente alla concessione di agevolazioni della Tari delle utenze non domestiche. Tali risorse sono state poi integrate con le disponibilità residue della perdita di gettito Tari riconosciuta nell’ambito del fondo funzioni fondamentali dell’anno 2020, pari 70mila 659 euro. Nel bilancio comunale sono state previste quindi due specifiche autorizzazioni di spesa per complessivi 198 mila 207 euro, di cui 189 mila euro destinati alle utenze non domestiche e altri 9mila 207 euro destinati alle utenze domestiche. La riduzione prevista a favore delle utenze non domestiche è pari al 70% dell’importo dovuto, da riconoscere automaticamente da parte dell’ufficio Tributi in sede di predisposizione del ruolo Tari per le attività oggetto di chiusure e limitazioni sulla base dei decreti sinora approvati e su specifica richiesta da presentare entro il 31 dicembre per le altre attività potranno essere oggetto di chiusura e limitazione.

L’Amministrazione comunale ha inoltre ritenuto dover estendere l’agevolazione della Tari, così come proposto dall’Anci, alle utenze non domestiche che, benché non destinatarie di provvedimenti restrittivi o di chiusura, hanno comunque subito gli effetti economici negativi della crisi pandemica con riduzioni di fatturato nell’anno 2020 rispetto all’anno 2019; la riduzione si applica nella misura del 33,33% previa apposita richiesta e dichiarazione da presentare al Comune entro il 31 dicembre. Sono previste riduzioni della Tari nella misura del 33,33% a favore delle utenze domestiche economicamente svantaggiate in possesso delle condizioni per l’ammissione al bonus sociale per disagio economico per la fornitura dei servizi di energia elettrica, gas e idrico, limitatamente all’abitazione di residenza e relative pertinenze, da applicare su richiesta a pena di decadenza entro il 31 dicembre. Inoltre, vista l’assoluta incertezza in merito all’evoluzione futura della crisi pandemica e dei conseguenti effetti negativi che colpiscono pesantemente le famiglie e il tessuto economico e produttivo del paese, il Consiglio comunale ha deciso di autorizzare l’adeguamento delle percentuali di riduzione stabilite sulla base dei fabbisogni risultanti dalle richieste inoltrate. Resta comunque pari al 70% la riduzione minima da riconoscere alle utenze non domestiche in sede di predisposizione del ruolo, ciò al fine di limitare la variabilità del ruolo Tari 2021 alle situazioni di cui il comune non ha conoscenza e che saranno valutate e definite sulla base delle istanze che saranno presentate entro la fine del corrente anno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X