Riapre al transito
la provinciale Ussita-Casali

INTERVENTO - Il presidente Pettinari: «Amarezza e sconcerto per il lungo tempo necessario, non si può festeggiare ma quanto meno è un altro passo avanti verso il ripristino completo della viabilità»
- caricamento letture

 

pettinari-marziali-ussita-casali-2-650x488

Antonio Pettinari, presidente della Provincia, in un sopralluogo dello scorso aprile

 

di Monia Orazi

Riapre al transito questo fine settimana la strada provinciale Ussita – Casali. Anche nelle ultime due estati, per intervento del presidente della Provincia Antonio Pettinari, l’arteria stradale era stata riaperta provvisoriamente nei fine settimana per permettere il transito a residenti e turisti. Ad annunciarlo Antonio Pettinari: «Sarà aperta con ordinanza che stabilisce il limite massimo di percorrenza a 30 km orari, a causa della permanenza del cantiere. Restano da terminare alcuni lavori, il tappetino ed il ripristino degli asfalti che sono previsti per metà luglio. Saranno posizionati momentaneamente dei new jersey nei tratti più a rischio. Le barriere definitive saranno installate solo quando sarà terminata l’asfaltatura. Per quest’ultima operazione di stesura degli asfalti, abbiamo convenuto che i lavori saranno effettuati per metà carreggiata, con la circolazione che proseguirà regolarmente a senso unico alternato. Ringrazio Anas per aver accolto la mia richiesta».

pettinari-marziali-ussita-casali-1-325x244

Renato Marziali, il pastore poeta, con il presidente della Provincia Antonio Pettinari

I lavori sulla strada, con una lunga e profonda crepa sull’asfalto che durante i terribili giorni del sisma ha fatto il giro dei media nazionali e parzialmente franata, sono stati curati da Anas come soggetto attuatore. Si sono dovuti attendere ben 29 mesi dopo la chiusura della strada per il sisma, per vedere avviare i lavori con il cantiere consegnato nel marzo del 2019. Ad aggiudicarsi l’intervento per una cifra complessiva di 8 milioni e 200 mila euro le ditte Paeco Srl e Nuova Fise, in raggruppamento temporaneo. Conclude Antonio Pettinari: «Esprimo amarezza e sconcerto per il lungo tempo necessario a vedere riaperta questa strada, non si può festeggiare, ma quanto meno è un altro passo avanti verso il ripristino completo della viabilità, aspetto fondamentale per il rilancio economico e turistico dei territori. Ora rimane ancora chiusa la Frontignano Castelsantangelo su cui i lavori sono ancora in corso». Qualche giorno fa è stata riaperta la strada che dalla Madonna della Cona conduce a Monte Prata, i lavori sulla Frontignano Castelsantangelo sono iniziati esattamente nel giugno di un anno fa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X