«Amore finito a causa della pandemia»
Asia Ghergo racconta nel suo nuovo singolo

CIVITANOVA - Studentessa di Scienze della Comunicazione dell'Università di Macerata ma anche cantautrice, ha grandi progetti per il suo futuro: «Ho la musica nel sangue ed ora il mondo dello spettacolo sta soffrendo, ho voglia di tornare a cantare dal vivo». GUARDA IL VIDEO
- caricamento letture
Il video del nuovo singolo

di Elisabetta Brasca

Una storia finita a causa della pandemia. E’ questo il tema di “Nuvole”, il nuovo singolo di Asia Ghergo, cantautrice classe ’99 di Civitanova, fin da piccola appassionata per il canto. Oggi “Nuvole” sarà su Spotify e sui digital store. Il singolo racconta la fine di una storia d’amore, in cui una persona prende la sua strada e all’altro rimane un vuoto che è difficile da colmare. Per questo singolo la giovane civitanovese nutre forti speranze di successo e già vanta nel suo curriculum oltre 500 mila visualizzazioni su Spotify per il precedente disco “Bambini elettrici” e di aver aperto parecchi concerti come quello di Coez, Lo stato sociale, Carl Brave, Franco 126, Pinguini Tattici Nucleari e Coma Cose.

asia

Asia Ghergo

Cosa ti ha ispirato a scrivere questa canzone?

«Questo singolo è frutto di tante cose: la pandemia ha tolto tanto a tutti e non trovavo molti stimoli ma ho cercato comunque di impegnarmi al meglio e con un po’ di creatività sono riuscita a scrivere dei pezzi.  Questa canzone è una sorta di lettera d’amore non corrisposto basato su una mia storia personale che si è interrotta a causa della pandemia perché purtroppo non si riescono bene a gestire i legami a distanza e spesso si creano fraintendimenti nei rapporti».

Cosa ti aspetti dall’uscita di questa canzone?

«Io mi aspetto tanto perché l’ho prodotta sia per i miei ascoltatori ma anche per me, per condividere cosa stavo provando nel momento in cui l’ho scritta e spero che le persone che la ascoltino si ritrovino nelle mie parole. Mi auguro poi che si ritorni a una situazione di normalità il prima possibile infatti prima dell’evento pandemico avevo delle date fissate per il tour ma i concerti sono stati annullati».

Ti senti apprezzata dai tuoi fans?

«Molto, ho 100 mila persone che mi seguono su youtube, gente che ho coltivato negli anni. Io vengo appunto dal mondo di youtube ed il mio primo successo è stato nel 2017 grazie alla canzone “Giovani fluo” che per me è stato un trampolino di lancio utile a farmi conoscere ancora di più. Per me non esistono fan ma ragazzi e ragazze che mi apprezzano e con cui spesso interagisco sui social come instagram, con i quali mi sento e discuto di tutto: dalle cose più serie a quelle più banali. É questa la cosa più importante che ho: l’affetto delle persone, infatti sento molto la mancanza di esibirmi ai concerti ».

C’è un verso particolare che ti piace di “Nuvole”?

«Sì c’è una frase in particolare: “sembra un sogno ma cadere giù è la normalità”, cioè spesso nei sogni capita che cadi e ti svegli per lo spavento e questa sensazione di cadere io la ritrovo nella normalità cioè a volte mi sento di essere in bilico nella mia quotidianità».

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X