Anziano trovato morto in casa,
l’autopsia conferma il suicidio
Deceduto 2 ore dopo lo sparo

CAMERINO - L'esame si è concluso intorno alle 19,30. Confermata la ricostruzione fatta da carabinieri e procura
- caricamento letture
camerino-torrone

I carabinieri in località Torrone dopo il ritrovamento del corpo del 79enne

 

L’autopsia sul corpo del 79enne trovato morto nella sua casa di località Torrone a Camerino conferma che si è trattato di un suicidio: è morto circa due ore dopo il colpo. I dubbi erano emersi quando in casa è stato trovato il fucile che l’uomo, B. C., ha usato per uccidersi in una stanza diversa da quella in cui è stato rinvenuto il corpo (che era coricato sul letto). I carabinieri della Compagnia di Camerino, coordinati dal procuratore facente funzioni Claudio Rastrelli, la sera del 3 maggio scorso avevano avviato le indagini e ricostruito che il motivo della misteriosa circostanza del fucile nell’altra stanza era legato al fatto che il 79enne non era morto subito. Dopo essersi sparato, ferendosi al fianco sinistro, si era poi spostato sul letto. L’arma usata era stata una fucile calibro 28 a pallini. Questo pomeriggio si è svolta l’autopsia all’ospedale di Camerino, affidata al medico legale Ilaria De Vitis. L’esame si è concluso intorno alle 19,30 (era iniziato verso le 15,30). È stato confermato che l’uomo non è morto sul colpo ma probabilmente un paio d’ore più tardi. La morte era stata fatta risalire alle 17 o 18 e il corpo era stato trovato intorno alle 19 da alcuni parenti che erano andati a cercarlo. L’anziano sarebbe morto a causa del collasso di un polmone. I carabinieri, alla luce di questo esame, confermano che il decesso è dovuto ad un suicidio.

(Gian. Gin.)

Morto in casa a Camerino, la ricostruzione: si spara e va sul letto A scoprire il corpo i familiari

Trovato morto in casa, autopsia sul corpo del 79enne



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X