Focolaio alla casa di riposo:
i contagi salgono a 33, tre i morti
In aiuto arrivano i medici militari

URBISAGLIA - Quattro membri dell'Aeronautica presteranno servizio alla residenza protetta "Buccolini-Giannelli". L'Amministrazione comunale: «Tra i positivi: 4 in cura all'ospedale di Macerata e uno all'ospedale di Camerino. Due persone si trovano in Rsa strutturate per casi di Covid-19»
- caricamento letture
Militari-casa-di-riposo-Urbisaglia

I medici militari arrivati a Urbisaglia

 

Focolaio alla casa di riposo di Urbisaglia, i contagi salgono a 33 i morti a tre. Intervengono i militari: un medico e tre infermieri saranno in servizio alla residenza protetta “Buccolini Giannelli” per garantire una copertura totale agli ospiti. Ad annunciarlo è l’amministrazione comunale: «Ieri mattina il dottor Nesca della Marina Militare ha fatto visita alla nostra casa di riposo e con lui un medico ed un infermiere dell’aeronautica militare che presidieranno la residenza protetta. In serata sono arrivati altri due infermieri dell’aeronautica militare per potenziare il servizio – si legge nella nota -. Un grazie di cuore a tutti coloro che si sono spesi e che ci hanno aiutato per ottenere gli aiuti necessari in questa situazione di emergenza.

Casa-di-riposo-Urbisaglia-1-325x244

La residenza protetta

«Ad oggi – continua il Comune – gli ospiti positivi nella nostra casa di riposo sono 33, di cui 4 in cura all’ospedale di Macerata e uno all’ospedale di Camerino. Due persone si trovano in Rsa strutturate per casi di Covid-19. Purtroppo dobbiamo comunicare che tre ospiti con una situazione già compromessa sono deceduti. Ci stringiamo intorno alle loro famiglie in questo momento di dolore. Nella nostra struttura la situazione in questo momento è stabile e non si stanno riscontrando casi particolarmente gravi – conclude il Comune -. Nel territorio comunale, secondo le notizie ufficiali della regione Marche aggiornate a ieri 12 dicembre, sono presenti 15 casi positivi al Covid-19 e 10 persone in isolamento domiciliare preventivo. Ad oggi la prevenzione è la nostra unica arma a disposizione per fronteggiare la diffusione del virus».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X