Ex direttore della clinica universitaria
diventa volontario per l’Area vasta 3

EMERGENZA - Armando Gabrielli ha chiesto di poter lavorare nel Maceratese, gratis. Fino a pochi mesi fa dirigeva la Clinica medica dell’azienda universitaria ospedaliera di Ancona. L'Asur ha assunto un pediatra, 15 infermieri per far fronte alla crisi Covid e ha fatto decine di stabilizzazione del personale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
gabrielli-armando

Armando Gabrielli

 

di Luca Patrassi

La prima notizia da dare è quella relativa al professor Armando Gabrielli, fino a pochi mesi fa direttore della Clinica medica dell’azienda universitaria ospedaliera di Ancona, ricercatore e membro di diverse istituzioni scientifiche: il prof in questione ha chiesto, ed ovviamente ottenuto, di poter collaborare con l’Area Vasta 3. Gratuitamente. La motivazione la evidenzia la dirigente regionale Nadia Storti, ed ancora anche direttrice ad interim dell’Area Vasta 3: «Il rapido e capillare diffondersi dell’infezione da Sars Cov-2, dopo un breve periodo di diminuzione dei casi, sta attualmente determinando una situazione di eccezionale gravità ed emergenza in tutte le strutture sanitarie dedicate all’assistenza e cura dell’Area Vasta 3. In particolare, la necessità di attivare moduli straordinari di cure a livello intensivo sta aggravando la già esistente situazione di carenza, a livello regionale e nazionale, di personale medico afferente alle varie discipline, con conseguente messa a rischio della regolare erogazione dei livelli essenziali di assistenza per quanto riguarda le patologie non-covid». Dunque stipula di contratti di collaborazione. Gabrielli, rivela la Storti, ha declinato la proposta di compensi, giusto un minimo di rimborso spese per le trasferte. Detto del bel gesto di Gabrielli, che comunque è anche un riconoscimento formale alla qualità raggiunta dalla sanità nel Maceratese, occorre aggiungere che oggi si è dato seguito a diverse procedure di assunzione. A tempo indeterminato l’assunzione del pediatra Giuseppe Lapergola, fresco di specializzazione: l’Av3 è andata a pescare nella graduatoria del concorso bandito di recente dagli Ospedali Riuniti di Ancona. Poi ci sono decine di stabilizzazioni di infermieri, ostetriche, tecnici ed operatori sociosanitari. Si tratta di Laura Bracalente, Elisabetta Buschittari, Alessia Cervelli, Arianna Coppari, Andrea Crognaletti, Giulia Crognaletti, Antonio Cupaiolo, Margherita Federici,Federica Franca, Daniela Mazzaferro, Vanessa Menchi, Ilaria Pallotta, Laura Perri, Uladzislau Pivar, Marco Scagnetti, Sara Silla, Roberta Verdolini, Elisa Zoccari (infermieri), di Fatma Pina Gulesin,Valeria Garofalo, Miriam Giuggioloni, Ilaria Magnani, Veronica Palmieri (ostetriche), di Luca Michelangeletti, Daniele Belà, Rossano Fabiani, Gianni Gianferro (tecnici), di Tiziana Berto, Nadia De Carolis e  Michela Pellegrini (oss). Poi ci sono 15 infermieri che vengono assunti a tempo determinato per l’emergenza Covid e che comunque sono in attesa della prova orale per il concorso: sono Ciucci Deborah, Brandizi Giulia, Cacchiarelli Marta, Fabbri Francesco, Maila Obino, Ricciardi Rachele, Ferrelli Noemi, Lupi Michele, Palmucci Michele, Scuppa Chiara, Paolorossi Claudia, Ufuoma Anwuli Edhogbo, Beni Edoardo e Antolini Jessica. A tempo, nell’ambito dell’emergenza Covid, l’assunzione con contratto di collaborazione per l’anestesista Alberto Giommarini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X