La magia di Beethoven,
una notte di applausi
al teatro romano

URBISAGLIA - Grande entusiasmo per il concerto proposto dall'Orchestra Filarmonica Marchigiana tra le antiche rovine dove è stata eseguita la Sinfonia n.5 del geniale compositore tedesco
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

form-3-650x433

La Form al teatro romano di Urbisaglia

 

di Marco Ribechi

Musica sinfonica nel teatro romano, un successo annunciato. E’ stato acclamato da lunghissimi applausi il concerto proposto ieri dalla Form – Fondazione Orchestra Regionale delle Marche – al teatro di Urbisaglia, che ha registrato un sold out totale.

form

Il palco

Un programma tutto dedicato a Beethoven, in onore dei 250 anni dalla nascita, con la Sinfonia n.5 in Do minore, anticipata dall’Overture del Coriolano e dalla Romanza per violino ed orchestra in Fa maggiore. L’evento è stato anche l’occasione per celebrare due grandi maestri in qualche modo legati alla Form e purtroppo scomparsi proprio recentemente. Il primo è il grande Ennio Morricone a cui è stato dedicato il bis con “C’era una volta in America” a chiusura dell’appuntamento. Il secondo è invece il compianto Ezio Bosso che a febbraio diresse magnificamente proprio la Form nella 5a di Beethoven al Teatro delle Muse di Ancona, in uno dei suoi ultimi concerti.

form-2-650x433

Un momento del concerto

L’appuntamento di Urbisaglia ha attirato un gran numero di appassionati, molti dei quali con accento delle province vicine, grazie alla possibilità di unire una delle sinfonie più famose nella storia della musica di tutti i tempi ad un luogo magico che, invece, tempo non ne ha. L’alchimia data dalla natura, dalla storia ultrasecolare e dalla musica dal vivo ha fatto il resto. Ad aprire l’appuntamento le spiegazioni del direttore artistico Fabio Tiberi che proprio in questi giorni ha celebrato i 40 anni di attività nella Form (leggi l’articolo) e che ha brevemente introdotto il programma poiché, a causa del Coronavirus, quest’anno non sono stati stampati i libretti di sala. «Abbiamo fatto di necessità virtù – spiega Tiberi – poiché a causa del virus la stagione lirica dello Sferisterio di Macerata ha dovuto rinunciare a un titolo in programma, la nostra orchestra si è potuta dedicare a sperimentare e a questo breve tour che ci ha riportato in questo splendido luogo da cui mancavamo da un po’. Ringrazio l’amministrazione di Urbisaglia per aver colto al volo l’opportunità facilitando la realizzazione di questo concerto». A questo punto è il Maestro Davide Crescenzi a guadagnare il palco guidando l’orchestra con sicurezza e determinazione, in accordo con la solennità delle musiche proposte e perfettamente realizzate. Al termine del concerto gli spettatori si sono dilungati in copioso applausi che hanno ripetutamente richiamato l’inchino della Form, nella soddisfazione generale.

form-4-650x433

form-5-433x650

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X