Detrazioni e superbonus,
incontro a Caldarola

RILANCIO - Come accedere, che tipo di interventi effettuare e che vantaggi economici si possono trarre dalla misura prevista dal decreto. La manovra spiegata con parole semplici nell'appuntamento organizzato dall'Amministrazione comunale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

caldarola-detrazione-2-650x488

 

Come funziona il superbonus con detrazione 110% e quali lavori possono essere fatti e come richiederlo. Le risposte alle tante domande che i cittadini si pongono sulla manovra prevista dal decreto rilancio sono arrivate nel corso di un incontro voluto dall’Amministrazione comunale di Caldarola.

caldarola-detrazione-2-325x244Partecipata la conferenza pubblica dedicata alla conversione in legge del provvedimento che attiene alle ristrutturazioni e alle migliorie energetiche e sismiche degli edifici, con la possibilità di detrarre il 110% dei costi. Un argomento che ha destato l’interesse di moltissimi cittadini. Presenti il Vice sindaco Giorgio Di Tomassi e i consiglieri comunali Simone Ansovini e Giovanni Ciarlantini. Ad illustrare il decreto, con un linguaggio chiaro e semplificato, coadiuvato da slide ed esempi tra i più comuni e probabili, sono stati i commercialisti Stefano Serrani e Marco Pinciaroli insieme all’architetto Corrado Battaglia. Per semplificare il più possibile hanno suddiviso i possibili interventi in “trainanti e trainati”, quelli ciò che devono necessariamente essere eseguiti per ottenere la detrazione e quelli invece che sono “accessori”. Gli interventi trainanti riguardano: l’isolamento termico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali con impianti a condensazione, pompa di calore o altro sistema a basso impatto ambientale, sisma bonus. Gli interventi che da questi possono essere trainati sono tutti gli interventi di efficientamento energetico, dalla sostituzione infissi, installazione pannelli, impianti solari fotovoltaici. Gli interventi devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche o il raggiungimento della classe più alta. Per tutti gli interventi, anche quelli di riduzione del rischio sismico l’efficacia va asseverata dal professionista incaricato della progettazione che deve anche attestare la congruità delle spese sostenute. In merito alla detrazione in contribuente può optare per un contributo sotto forma di sconto in fattura, credito d’imposta e cessione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X