«I finanziamenti alle scuole
sono insufficienti,
ma li faremo fruttare»

MACERATA - L'assessore Stefania Monteverde ha coordinato le riunioni in vista del nuovo anno scolastico. I tecnici del Comune sono al lavoro con sopralluoghi per valutare che nei plessi si rispettino le disposizioni anticontagio. Dal ministero arrivano 160mila euro per interventi di adeguamento
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
PD_CandidatiPrimarie_FF-9-650x433

Stefania Monteverde

 

Verso la riaperture delle scuole, il Comune di Macerata incontra i dirigenti scolastici. Dal ministero in arrivo 160mila euro per i primi interventi di adeguamento delle aule per la prevenzione del contagio. L’assessore Stefania Monteverde: «Finanziamenti tardivi e insufficienti, ma li faremo fruttare. Lavoriamo per la didattica in presenza».

All’incontro con i dirigenti, che si è svolto online, c’erano i direttori degli istituti comprensivi Enrico Fermi, Dante Alighieri, Enrico Mestica, dell’istituto comprensivo Vincenzo Monti per le scuole di Sforzacosta e, per un coordinamento, anche la dirigenza del Convitto (di competenza provinciale). Per il Comune c’erano gli assessori Stefania Monteverde, Paola Casoni, Mario Iesari. Oltre a loro i dirigenti Gianluca Puliti e Tristano Luchetti. Inoltre, sempre in tema riapertura delle scuole, si è svolta anche la prima conferenza di servizi, a cui ha partecipato il sindaco Romano Carancini, allo scopo di definire attentamente la situazione. In questa settimana sono in corso i sopralluoghi degli uffici tecnici comunali in collaborazione con i responsabili della sicurezza di ogni istituto comprensivo negli oltre 30 plessi scolastici per valutare il rapporto tra numero alunni e spazio fisico, nel rispetto delle indicazioni anti contagio. All’inizio della prossima settimana si definiranno anche i lavori di edilizia agile necessari per allargare spazi, sistemare giardini, fornire nuovi arredi. Il Comune è stato ammesso a finanziamento del “Pon: interventi di adeguamento e di adattamento degli spazi e delle aule didattiche per l’emergenza sanitaria da Covid” e riceverà un finanziamento di 160mila euro per i primi interventi dal ministero dell’Istruzione con Fondi strutturali europei programmazione 2014-2020. «Il nostro obiettivo è la scuola in presenza per tutti. Abbiamo sperimentato i limiti della didattica a distanza, impossibile per i più piccoli, un peso per le famiglie, ingiusta perché non dà a tutti le stesse opportunità – sottolinea Monteverde, che ha coordinato le riunioni -. Ora siamo tutti attenti a riportare a scuola i bambini, evitando doppi turni e didattica a distanza, riorganizzando servizi mensa, servizi di trasporto, servizi di assistenza educativa, non facile con classi pollaio che in questi anni sono cresciute invece che diminuire. Ma dobbiamo farlo in sicurezza, che è la priorità. Certo i finanziamenti sono insufficienti e tardivi, tuttavia li faremo fruttare. Con i dirigenti scolastici abbiamo concordato che prima troviamo aule e spazi regolari dentro la scuola».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X