Arrivati i container all’Hotel House,
«I tamponi a tutela di tutti»
(Foto-Video)

PORTO RECANATI - Presente il capo della Protezione civile regionale, David Piccinini. Cinque i contagiati, 1.309 i test che saranno svolti a partire da giovedì
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
David Piccinini, capo della Protezione civile regionale, oggi pomeriggio all'Hotel House

 

covid-hotel-house-protezione-civile-containei-piccinini-porto-recanati-FDM-9-650x433

David Piccinini

 

I container per le operazioni per fare 1.309 tamponi all’Hotel House sono arrivati questa mattina. Sono stati sistemati, tutti e 4, nel parcheggio del mega condominio di Porto Recanati dove si sono registrati nei giorni scorsi 5 contagi. Le persone che hanno contratto il Coronavirus sono tutti pakistani. Due hanno sintomi, tre sono asintomatici. Presente alle operazioni, nel primo pomeriggio, il capo della Protezione civile delle Marche, David Piccinini. «Lo scopo di questa operazione è la tutela della salute sia di chi vive all’interno dell’Hotel House e di conseguenza di tutti i cittadini di Porto Recanati – spiega Piccinini -. Il Comune ha fatto un censimento dei 1.309 residenti e ci ha fornito un elenco base. Dovremo operare in maniera ordinata e in più giorni. Poi dovremo avere una cura particolare a chi è entrato all’Hotel House, censito dalla portineria, ma che non fa parte dell’elenco comunale». Secondo Piccinini «La maggior parte del lavoro sarà per colui che tenta, e ci riuscirà, di far capire che questa è una operazione necessaria sia per la salute di loro stessi e che di tutta quanta la comunità». Due container sono destinati ai tamponi, gli altri sono per il personale, uno per la vestizione e svestizione, e uno di servizi sanitari. I tamponi inizieranno ad essere fatti da giovedì mattina e domani saranno completate le ultime procedure. Il sindaco Roberto Mozzicafreddo, che in queste ore è in stretto contatto con prefettura e Gores, ha annunciato che i tamponi verranno fatti a tutte le persone che vivono all’Hotel House.

(redazione CM)

(Foto e video di Federico De Marco)

covid-hotel-house-protezione-civile-container-porto-recanati-FDM-5-650x433

I container all’Hotel House

covid-hotel-house-porto-recanati-FDM-1-650x433

covid-hotel-house-porto-recanati-FDM-3-650x433

covid-hotel-house-porto-recanati-FDM-12-650x488

 

covid-hotel-house-protezione-civile-container-porto-recanati-FDM-10-650x488

covid-hotel-house-protezione-civile-container-porto-recanati-FDM-9-650x488

 

covid-hotel-house-protezione-civile-container-porto-recanati-FDM-7-650x433

covid-hotel-house-amicucci-carabinieri-luca-davide-porto-recanati-FDM-1-650x433

Il capitano Massimo Amicucci, comandante della Compagnia carabinieri di Civitanova, all’ingresso dell’Hotel House

covid-hotel-house-carabineiri-amicucci-piccinini-porto-recanati-FDM-2-650x433

 

Covid all’Hotel House, scattano tamponi a tappeto Container per fare i test



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X