Civitanova, bilancio nel mirino
«Gravi vizi rendono inverosimili i conti»

I CONSIGLIERI d'opposizione Pier Paolo Rossi e Stefano Ghio con l'ex candidato sindaco Dimitri Papiri hanno avuto un incontro con i dirigenti del Comune per chiedere chiarimenti: «Il segretario si è impegnato a fare una verifica, qualora non vi fossero riscontri chiederemo interventi degli organi competenti»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Dimitri Papiri

 

Dubbi sulla correttezza del bilancio di Civitanova, i consiglieri Pier Paolo Rossi e Stefano Ghio, assieme a Dimitri Papiri incontrano gli uffici per avere ragguagli.  Al centro della riunione le perplessità emerse nel corso degli ultimi consigli comunali relativamente alle cifre presenti in bilancio, in particolare sui fondi pluriennali vincolati. Dimitri Papiri, ex candidato sindaco per la lista Kleos il glorioso, da tempo sta studiando il bilancio, ravvisando a suo dire numerose falle. L’incontro aveva lo scopo di chiarire ed eventualmente far rettificare eventuali errori, ma «si respirava un’aria di incertezza in sala consiliare durante l’incontro nonostante l’oggettività dei numeri e l’inequivocabilità dei principi contabili da applicare – scrivono i due consiglieri e Papiri – una incertezza che spesso veniva derubricata dall’ufficio e dal segretario a differenti rappresentazioni nei diversi allegati al bilancio degli stessi principi, a possibili errori non sensibili o addirittura ad un, poco probabile però, malfunzionamento del software di gestione. L’impressione che si ha è che, soprattutto dalla parte “politica”, vi sia una indifferenza alle incongruenze evidenziate, come a dire giusto o sbagliato noi andiamo avanti. Se lo ritenete opportuno fate pure i vostri esposti e i vostri ricorsi». All’incontro chiarificatore erano presenti il segretario comunale Sergio Morosi e i dipendenti Maria Luisa Melatini e Renzo Montresor. «Comunque alla fine, nonostante ognuno degli interlocutori fosse rimasto della propria opinione c’è stata da parte del segretario Morosi un’apertura ad un ricontrollo per lo meno dei fondi pluriennali vincolati che ci auspichiamo possa essere fatta in tempi brevissimi – concludono i tre – Noi rimaniamo fermamente convinti dei pesanti vizi, che rendono inverosimile il bilancio, nel caso in cui non dovessimo avere ulteriori riscontri dagli uffici chiederemo sicuramente una verifica agli organi competenti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X