Accordo Marche-Emilia Romagna:
«Via libera alle visite tra congiunti»

E' STATO firmato stamattina dai governatori Luca Ceriscioli e Stefano Bonaccini: consentiti gli spostamenti tra le province confinanti delle due regioni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
bonaccini-ceriscioli

Stefano Bonaccini e Luca Ceriscioli

 

Ricongiungimento Marche-Emilia Romagna, firmato l’accordo. Un atto che arriva dopo l’emanazione del decreto da parte del governatore delle Marche che consente gli spostamenti nelle province adiacenti di regioni confinanti.  «Per consentire gli spostamenti previsti dal decreto – annuncia la Regione – questa mattina il governatore Luca Ceriscioli ha firmato insieme con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini la comunicazione ai prefetti di Pesaro e Rimini, comunicando che con ordinanza delle rispettive Regioni è stata determinata la possibilità, per i congiunti residenti nelle province di confine e previo accordo tra i presidenti di Regione, di autorizzare la visita a congiunti residenti nelle province confinanti. Sono dunque consentiti al momento gli spostamenti dalla provincia di Pesaro alla provincia di Rimini nei termini previsti dal decreto e dalla comunicazione dei due presidenti ai prefetti».
La Regione Marche ha dichiarato la propria disponibilità a procedere analogamente anche con i presidenti delle altre Regioni confinanti.

Sbloccati gli spostamenti extra regione: «Si può andare fuori dalle Marche ma solo in una provincia confinante»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X