facebook twitter rss

Scoperte due case dello spaccio:
tre pusher in manette

PORTO RECANATI - Operazione dei carabinieri che hanno passato al setaccio l'Hotel House sin dall'alba. Due i denunciati, oltre 130 le persone controllate
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
40 Condivisioni

La droga sequestrata

 

Blitz negli appartamenti dello spaccio: tre arresti all’Hotel House di Porto Recanati. Operazione dei carabinieri della Compagnia di Civitanova che questa mattina, con i colleghi della Compagnia di Macerata e personale del Nucleo cinofili di Pesaro hanno passato al settaccio il palazzone multietnico. Obiettivo gli appartamenti dove si riteneva avvenisse lo spaccio di droga e anche il controllo sull’immigrazione clandestina.

Al lavoro un cospicuo numero di militari e mezzi che hanno iniziato le operazioni fin dalle prime luci dell’alba. Sono state identificate oltre 130 persone, controllati 65 veicoli, alcuni dei quali posti sotto sequestro poiché sprovvisti di copertura assicurativa. Ma i frutti maggiori li ha portati il controllo in due appartamenti dove dopo una attenta perquisizione sono stati trovati 32 grammi di eroina già divisi in numerose dosi, due bilancini di precisione, sostanza da taglio, buste utili al confezionamento. C’erano anche arnesi da scasso, pinze, guanti e torce. In seguito a queste perquisizioni sono stati arrestati un tunisino di 38 anni, un gambiano di 24 ed un sudanese di 26, tutti clandestini e già noti alle forze dell’ordine. Altra droga è stata trovta nell’abitazione dove vive un ghanese di 21 anni: aveva circa cinque grammi di hashish già divisi in dosi. Il giovane è stato denunciato. Stesso provvedimento ache per un 43enne del Pakistan che continuava vivere in Italia nonostante il provvedimento di espulsione emesso nei suoi confronti dal questore di Macerata.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X