Onorificenze al meglio della provincia
Tutti i premiati (foto)

MACERATA - Sono 19 le persone che si sono distinte e sono state premiate con l'ordine al merito della Repubblica e le medaglie d'onore al valor civile. Il prefetto lancia l'idea di un concorso nelle scuole per raccontare le bellezze del Maceratese e ringrazia le forze dell'ordine: «Ottimi risultati nella lotta alla criminalità»
- caricamento letture

 

Prefettura_onorificenze_FF-2-650x433

Il prefetto Iolanda Rolli con il governatore Luca Ceriscioli e il presidente della Provincia Antonio Pettinari

 

di Elisabetta Pugliese (foto di Fabio Falcioni)

Consegnate le onorificenze dell’ordine al merito della Repubblica e le medaglie d’onore al valor civile, 19 i premiati (14 i nuovi cavalieri e due i nuovi ufficiali) nel corso della cerimonia che si è svolta questa mattina nell’auditorium dell’Università di Macerata.

Prefettura_onorificenze_FF-3-325x216

Alcuni dei sindaci e delle autorità presenti alla cerimonia

Tanti rappresentanti delle istituzioni presenti oggi: dal sindaco di Macerata Romano Carancini, al vicesindaco e assessore alla cultura Stefania Monteverde, al presidente della Regione Luca Ceriscioli, al commissario straordinario Piero Farabollini, al presidente della Provincia Antonio Pettinari. Presenti anche tanti studenti. Prima delle premiazioni i presenti hanno cantato l’Inno di Mameli, eseguito dal coro degli studenti degli istituti “Lucatelli” di Tolentino e “De Magistris” di Caldarola, accompagnati al pianoforte da Cinzia Pennesi. Il prefetto Iolanda Rolli ha poi voluto ringraziare i presenti e lasciare un pensiero verso i rappresentanti delle forze dell’ordine e lanciare la proposta di un concorso per le scuole.

Prefettura_onorificenze_FF-6-325x216

Il prefetto di Macerata Iolanda Rolli

«Il mio più sincero ringraziamento va ai rappresentanti delle forze dell’ordine – ha detto il prefetto –, perché grazie all’impegno prezioso e impagabile profuso nel contrastare qualsiasi forma di interferenza illecita nella comunità, siete riusciti ad ottenere ottimi risultati nella lotta alla criminalità, tutelando, attraverso il rispetto delle leggi, la pubblica incolumità, i diritti e la dignità di tutti i cittadini. Ne sono anche testimonianza i risultati raggiunti – ha precisato la Rolli – sia sotto il profilo della prevenzione generale, sia sotto quello investigativo-repressivo. Sono grata per la dedizione e la professionalità con cui ogni giorno svolgete il vostro insostituibile compito».

Successivamente il prefetto ha voluto dimostrare la propria vicinanza ai rappresentanti dei comuni, ricordando il profondo legame di amicizia instaurato con loro: «Gli amministratori locali hanno lavorato con serietà e responsabilità, per riuscire a garantire adeguati livelli di servizi a favore dei singoli e delle comunità. A questi assicuro che continueranno a trovare in me, come persona e come rappresentante del governo, un interlocutore attento e sensibile alle necessità e alle richieste del territorio e dei suoi abitanti. Abbiamo fatto tanto quest’anno – ha affermato – parecchi obiettivi sono stati raggiunti e molti sono i progetti avviati in stretta sinergia con le forze di polizia e la magistratura, sul fronte del contrasto e della prevenzione rispetto a ogni forma di illegalità».

 

Prefettura_onorificenze_FF-1-325x216

Il sindaco Romano Carancini con Piero Farabollini, commissario alla ricostruzione

Infine, il prefetto ha invitato i giovani delle scuole a partecipare ad una sua proposta: «Vorrei lanciare una provocazione, della quale ho parlato poco fa con il dirigente dell’ufficio regionale scolastico. Un concorso riservato a tutte le scuole del capoluogo e della provincia, con il patrocinio della prefettura e del presidente della provincia Pettinari. Il titolo potrebbe essere “Io amo il mio territorio, perché…”. Trovate voi il modo e l’espressione artistica che vi è più congeniale, fate conoscere, portate a galla tutte le vostre ricchezze, i tesori di Macerata e di tutti i comuni della provincia. Qui c’è una chance di crescita, una bontà diffusa, anche se poco esternata, che non è facile trovare altrove. A tutti i ragazzi che parteciperanno, il mio personale in bocca al lupo e a loro dico: “spiegatemi perché questa provincia è così bella, o meglio, spiegatelo agli altri, perché io lo so già”».

Prefettura_onorificenze_FF-7-325x216

La presidente della Fondazione Carima e della Croce Rossa, Rosaria Del Balzo Ruiti

In seguito, si è dato inizio alla cerimonia di consegna delle onorificenze al merito della Repubblica Italiana, conferite dal Presidente della Repubblica. I nuovi cavalieri sono: Mario Barbera Borroni, Palmiro Berdini, Guido Celaschi, Antonio Ciccarelli, la professoressa Maria Antonietta Gaetani, il primo maresciallo della marina militare, Vincenzo Alessandro Lippo, il capitano di vascello della marina militare Luigi Piccioli, il maresciallo capo dei carabinieri Davide Marcazzan, il professor Silvio Minnetti, l’appuntato scelto della guardia di finanza Guido Morresi, Catia Pranzetti, il vicequestore della polizia, Maria Nicoletta Pascucci, il vicecommissario Alberto Luigi Valentini, Mario Sperandini. 

I premiati con l’onorificenza di ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica Italiana sono Enrico Ruffini (Cavaliere della Repubblica) e il luogotenente dei carabinieri Antonino Fertitta. Hanno ricevuto, infine, le medaglie d’argento al valor civile, concesse dal presidente della Repubblica: Fabio Meriggi, Andrea Palanca e Simone Lampa. 

Prefettura_onorificenze_FF-16-650x433

Prefettura_onorificenze_FF-9-650x433

Mario Barbera Borroni

Prefettura_onorificenze_FF-10-650x433

Palmiro Berdini

Prefettura_onorificenze_FF-11-650x433

Guido Celaschi

Prefettura_onorificenze_FF-12-650x433

Antonio Ciccarelli

Prefettura_onorificenze_FF-13-650x433

La professoressa Maria Antonietta Gaetani

Prefettura_onorificenze_FF-15-650x433

Il primo maresciallo della marina militare,  Vincenzo Alessandro Lippo

Prefettura_onorificenze_FF-17-650x432

Il capitano di vascello della marina militare Luigi Piccioli

Prefettura_onorificenze_FF-18-650x433

Il maresciallo capo dei carabinieri Davide Marcazzan

Prefettura_onorificenze_FF-19-650x433

Il professor Silvio Minnetti

Prefettura_onorificenze_FF-20-650x433

L’appuntato scelto della guardia di finanza Guido Morresi

Prefettura_onorificenze_FF-21-650x433

Catia Pranzetti

Prefettura_onorificenze_FF-22-650x433

Il vicequestore della polizia, Maria Nicoletta Pascucci

Prefettura_onorificenze_FF-23-650x433

Il vicecommissario della polizia di stato, Alberto Luigi Valentini

Prefettura_onorificenze_FF-24-650x433

Mario Sperandini

Prefettura_onorificenze_FF-25-650x433

Enrico Ruffini, ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica Italiana

Prefettura_onorificenze_FF-26-650x433

Il luogotenente dei carabinieri Antonino Fertitta, ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica Italiana

Prefettura_onorificenze_FF-28-650x433

Fabio Meriggi, Andrea Palanca e Simone Lampa, medaglie d’argento al valor civile

Prefettura_onorificenze_FF-14-650x433

Il procuratore Giovanni Giorgio e, a destra, il rettore Francesco Adornato

Prefettura_onorificenze_FF-5-650x433

Prefettura_onorificenze_FF-8-650x433

Prefettura_onorificenze_FF-4-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X