Cucine da record,
Lube campione anche di vendite

LE DUE FACCE DI UNA MEDAGLIA D'ORO - La squadra in campo è campione del mondo e la società può gioire anche per i dati del secondo trimestre 2019: è il primo brand nel settore dei mobili per cucina e al primo posto nella classifica dei cucinieri per quota di mercato nel territorio nazionale
- caricamento letture

 

simona-luciano-fabio

LA FAMIGLIA LUBE – Simona Sileoni, Luciano Sileoni e Fabio Giulianelli

 

Un’avventura iniziata a Treia, passata per Macerata e coronata a Civitanova, per una squadra che in 29 anni è arrivata in cima al mondo. La Lube trionfa in Brasile nel torneo iridato e firma uno storico triplete che resterà nella storia del volley, vincendo nello stesso anno Scudetto (a Perugia il 14 maggio), Coppa Campioni (a Berlino il 18 maggio) e, ieri, il Mondiale per Club. Un gruppo, quello della Lube, campione nello sport (leggi l’intervista al patron Fabio Giulianelli) ma anche nelle vendite. Il successo straordinario di Betim, infatti, è l’apice sportivo che chiude un anno altrettanto straordinario per quanto riguarda le vendite: per il secondo trimestre 2019, Lube è il primo brand nel settore dei mobili per cucina e al primo posto nella classifica dei cucinieri per quota di mercato nel territorio nazionale.

lube-mondiale-per-club-campione-del-mondo-1-325x159

Juantorena alza la coppa

Una disciplina, la pallavolo, che ha sempre appassionato la dirigenza di uno dei più importanti colossi industriali italiani del mobile tanto da prendere la decisione, nel 1990, di fondare una squadra che fosse una vera e propria azienda del gruppo industriale. Con tre vittorie in altrettanti campionati la Lube Volley passa dalla serie C alla A2, con la marcia che si arresta solo ad obiettivo raggiunto: è il 1995, arriva la promozione nel massimo campionato. Nel 2001 il primo, la Coppa Italia, di 21 trofei. 5 Scudetti, 2 Champions League, 5 Coppa Italia, 3 Coppa Cev, 1 Challenge Cup, 4 Supercoppa italiana e un Mondiale per Club, trionfo questo che permette alla società di entrare a piedi pari nella storia del volley: con il successo sul Sada Cruzeiro, l’unico titolo che ancora mancava nella ricchissima bacheca, il club biancorosso (che dal 2015 si è trasferito a Civitanova) ha conquistato ogni trofeo messo in palio attualmente nel mondo della pallavolo nazionale e internazionale. «La città di Treia gioisce per la Lube. I nostri complimenti – scrive l’amministrazione comunale – vanno alla storia vincente della Lube. L’azienda e la il volley sono brands inscindibili e come treiesi festeggiamo i protagonisti di questa grande vittoria. Grazie a Luciano Sileoni, Fabio Giulianelli, alla presidente Simona Sileoni. Una coppa del mondo meritatissima, giunta nell’anno dello storico “triplete” che corona una stagione sportiva straordinaria. A nome della comunità Treiese esprimiamo la grande soddisfazione di tutti noi». Infine, anche il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, ha voluto esprimere i suoi complimenti: «La Lube Volley sul tetto del mondo per la prima volta nella sua storia. Grandissimo orgoglio marchigiano in un anno già straordinario per lo sport della nostra regione».

Fabio il conquistatore: «A Civitanova siamo cresciuti, a Macerata eravamo poco considerati»

Festa al palas per i campioni del mondo

Lube, triplete a ritmo di samba La festa dei campioni del mondo (Le foto della premiazione)

Questa Lube è il Brasile del volley: Cruzeiro battuto in casa, Civitanova sul tetto del mondo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X