facebook twitter rss

Decreto sisma, Pettinari scrive a Conte:
«Norma sulle scuole da cambiare»

LA LETTERA - Il presidente della Provincia ha inviato una proposta di emendamento al comma che indica di ricostruire gli istituti dei centri storici lì dove erano: «Intervento legislativo tanto generico quanto intempestivo, che porta a sacrificare le soluzioni più idonee sotto il profilo funzionale ed economico»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
13 Condivisioni

Antonio Pettinari

 

Un comma da modificare per garantire la ricostruzione delle scuole che si trovavano nei centri storici. E’ questo l’appello di Antonio Pettinari, presidente della Provincia, al premier Giuseppe Conte. A rivolgersi al premier in realtà è l’intero Consiglio provinciale per bocca del presidente. Nello specifico: «Governo e Parlamento vengono invitati ad eliminare in sede di conversione del decreto sisma la seguente disposizione: “Detti edifici, se ubicati nei centri storici, sono ripristinati o ricostruiti nel medesimo sito, salvo che per ragioni oggettive la ricostruzione in situ non sia possibile. In ogni caso, la destinazione urbanistica delle aree a ciò destinate non può essere mutata” – spiega Pettinari -. Le modifiche a tale norma introdotte alla Camera in sede di conversione del Decreto Legge, infatti, non risolvono né chiariscono la suddetta questione. Tale intervento legislativo, tanto generico quanto intempestivo, porta a sacrificare le soluzioni più idonee sotto il profilo funzionale ed economico. Oltretutto, la ricostruzione in situ comporta la necessità di reperire sistemazioni provvisorie per i complessi scolastici, con impiego di ulteriori risorse economiche che non risolvono la questione e con ulteriori disagi per la popolazione studentesca. Per questo abbiamo inviato un nostro emendamento che chiede di eliminare la disposizione che contraddice quanto fatto fino ad oggi».

Il premier Giuseppe Conte durante la visita a Castelsantangelo il 13 dicembre

Pettinari prosegue: «Il territorio ha bisogno di misure di semplificazione e accelerazione per ripristinare urgentemente il patrimonio scolastico e con esso la prospettiva di rinascita dei territori e delle comunità gravemente provate dai drammatici eventi sismici». Dalla Provincia di Macerata è così stata inviata una lettera che «sottolinea la preoccupazione e lo sconforto degli amministratori locali per una delle disposizioni contenute nel decreto sisma che rimette in discussione quanto fatto fino ad oggi sul piano della pianificazione, determinando il blocco delle fasi di studio, la progettazione, l’affidamento e la realizzazione».

Tra le azioni intraprese da Pettinari, sul tema invece dell’offerta scolastica, lo stop all’accorpamento degli istituti del cratere richiesto dall’Ufficio scolastico regionale. Il no è arrivato sia dalla Provincia che dai sindaci. «Per la crescita di un territorio – conclude Pettinari -, si deve poter contare su una rete scolastica adeguata ai fabbisogni delle comunità e alle concrete potenzialità di sviluppo socio economico».

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X