facebook twitter rss

Omicidio di Pamela,
nuovo interrogatorio per Oseghale

LA PROCURA vuole risentire il nigeriano accusato di aver ucciso la 18enne romana. L'uomo sarà ascoltato dagli inquirenti il 18 settembre
venerdì 14 settembre 2018 - Ore 16:19 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Innocent Oseghale

 

Omicidio di Pamela Mastropietro, nuovo interrogatorio per Innocent Oseghale. La procura di Macerata ha deciso di sentire nuovamente il 29enne che si trova in cella nel carcere di Marino del Tronto, ad Ascoli, accusato di aver ucciso la 18enne romana. Oseghale era già stato sentito due volte nei mesi scorsi. La prima il 31 luglio, la seconda circa una settimana  dopo. Nel primo di questi interrogatori aveva ammesso qualcosa. Non l’omicidio, perché sostiene che Pamela quel 30 gennaio si sia sentita male dopo aver assunto droghe, ma di essere stato lui a fare a pezzi il corpo. Oseghale aveva fornito anche altri elementi e gli investigatori avevano deciso di risentirlo per poter verificare l’attendibilità di quanto aveva detto. Anche perché il nigeriano in precedenza aveva fornito altre versioni, in principio aveva detto di aver lasciato la ragazza in casa con un connazionale, finito indagato e poi uscito dall’indagine, e si era limitato a dire di aver trovato il corpo della 18enne fatto a pezzi e sistemato all’interno di due trolley.

L’avvocato Simone Matraxia

Aveva ammesso di essere stato lui a portare le valigie in via Dell’Industria, a Casette Verdini di Pollenza e di averle abbandonate. La procura sentirà nuovamente Oseghale, il 18 settembre. L’interrogatorio, al quale saranno presenti anche i legali del nigeriano, gli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi, si svolgerà nel carcere di Ascoli. Secondo la procura di Macerata Oseghale, lo scorso 30 gennaio, ha ucciso Pamela Mastropietro dopo averla incontrata ai Giardini Diaz di Macerata e aver raggiunto insieme a lei la casa dove l’uomo abitava, in via Spalato 124. Per gli inquirenti il nigeriano ha ucciso la 18enne dopo averla costretta a subire una violenza sessuale.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X