Guardia medica pediatrica,
raccolta firme in provincia

A PROMUOVERLA l'associazione "Help sos Salute e famiglia onlus". La presidente Marcucci: «Garantirebbe la continuità assistenziale nei giorni festivi, nei fine settimana e nelle ore notturne»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sanità

 

Partita la raccolta firme per istituire la Guardia medica pediatrica in provincia. A promuovere l’iniziativa l’associazione “Help sos Salute e famiglia onlus”. La presidente Cristina Marucci ci tiene a ribadire l’importanza di questa figura come punto di riferimento per le mamme e le famiglie in generale, anche a seguito della chiusura del reparto Pediatrico di San Severino.

«Questa figura – spiega Marcucci – garantirebbe la continuità assistenziale nei giorni festivi, nei fine settimana e nelle ore notturne in cui il servizio, a oggi, è svolto dalla Guardia medica generica, che sostituisce il medico di base e il pediatra di libera scelta. Molto spesso però, per non dire sempre, così non è. Che succede se un bambino sta male nel weekend o durante le festività? – domanda -.  Generalmente il primo tentativo è quello di chiamare il proprio pediatra che purtroppo, spesso, non è reperibile. Poi allora si prova a chiamare la guardia medica, che non è pediatrica, e quindi alza le mani quando si trova a dover effettuare una visita a domicilio o a prescrivere farmaci a un neonato/bambino (abbiamo già segnalato diverse volte casi reali). Ultima alternativa: portare il nostro bambino al Pronto soccorso più vicino sperando di non dover aspettare troppo prima che venga visitato. Chi se lo può permettere invece, chiama un pediatra privato a pagamento». In molte regioni d’Italia, spiega l’associazione, la voce delle mamme, anche tramite raccolta firme, è stata accolta favorevolmente dalle aziende sanitarie (Lombardia, Liguria, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Veneto). «Confidiamo quindi in un esito positivo anche nella nostra Regione, che si professa all’avanguardia sul piano sanitario – conclude Marcucci -. Chiediamo quindi la massima collaborazione a tutta la provincia e non solo, una vittoria di questa battaglia sarebbe poi per tutta la Regione».

Possono firmare tutti i maggiorenni, oltre che nei punti dove sono stati distribuiti i moduli anche scaricandoli nella pagina Facebook dell’associazione o sul sito www.associazionehelp.org.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X