Omicidio di Pamela,
il 50enne che le ha dato un passaggio:
«Non dormo sereno»

ORRORE A MACERATA - L'uomo ha trascorso con lei alcune ore e le ha lasciato dei soldi dopo averla accompagnata in stazione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
omicidio-pamela-fiori-casette-verdini

Fiori per la morte di Pamela Mastropietro

 

Ha notato una ragazza che tirava dietro di sé un trolley rosso e blu, una giovane bella e evidentemente in difficoltà. Così un 50enne di Mogliano ha deciso di fermarsi quando la ragazza ha fatto autostop. Una conoscenza fugace quella con Pamela Mastropietro che ha sconvolto l’uomo che non avrebbe mai potuto immaginare che quella ragazza sarebbe stata uccisa e fatta a pezzi nel giro di 30 ore: gli inquirenti ritengono la morte della ragazza sia avvenuta tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio del 30 gennaio mentre il corpo senza vita della giovane è stato abbandonato intorno alle 22,30.

pamela-mastropietro1-600x650

Pamela Mastropietro

«È atroce, lasciamo lavorare gli inquirenti» dice l’uomo che oggi, come tutti i giorni, è nella sua casa nelle campagne di Mogliano. Non ha voglia di parlare di quello che è accaduto. Con lei ha trascorso alcune ore e in seguito l’ha accompagnata alla stazione lasciandole dei soldi.

L’uomo, disoccupato, vive in una casa di campagna con la madre. Sempre secondo gli inquirenti, i soldi che ha dato a Pamela sarebbero finiti nelle tasche del pusher di Macerata da cui la ragazza ha comprato la droga, prima di salire con il 29enne nigeriano Innocent Oseghale nell’appartamento dell’orrore, al civico 124 di via Spalato, martedì dopo le 11. Cosa sia successo poi in quella casa è ancora in parte avvolto dal mistero, di sicuro lì sono stati trovati i vestiti della giovane, una mannaia e un coltellaccio sporchi di sangue. Così com’è sicuro che Oseghale sia stato arrestato con l’accusa di omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere.

 

Omicidio_PamelaMastropietro_FF-11-650x434

Rilievi nell’appartamento di via Spalato

Omicidio_PamelaMastropietro_ViaSpalato_FF-4-650x433

L’arresto di Oseghale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X