“Una città che scrive” per Visso

Casalnuovo di Napoli ha dedicato una sezione del concorso letterario al borgo colpito dal sisma
- caricamento letture

una-città-che-scrive

 

Giovanni Nappi, presidente del consiglio comunale di Casalnuovo di Napoli, ha deciso simbolicamente di rivolgere il proprio contributo a Visso. L’idea è di dedicare al borgo devastato dal sisma, dove erano custoditi alcuni del manoscritti leopardiani, una sezione speciale del premio letterario “Una città che scrive” la cui immagine di copertina è disegnata dal fumettista di Tex, Alessandro Nespolino. Tutti i consiglieri comunali casalnuovesi, inoltre, devolveranno alla Città di Visso il proprio gettone di presenza nella prima assemblea di consiglio utile. Il 13 marzo Nappi presenterà il premio “Una Città che Scrive” ai ragazzi di Visso, sperando “che la forza della scrittura possa esercitare, così, anche la propria funzione di rifugio, riscatto e speranza”. I ragazzi di Visso saranno ricevuti all’ Hotel il Timone di Porto San Giorgio. Con Nappi ci saranno anche il saxofonista Marco Zurzolo, l’attore Antonello Cossia e lo speaker radiofonico Mario Pelliccia. Arriverà anche Maurizio Capone dei Bungtebangt, gruppo che trasforma spazzatura in strumenti musicali che presenterà ai ragazzi un workshop ecosostenibile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X